Arsenale, tempi lunghi per il ricorso al Tar. Bertucco: "Ora una commissione"

La rinuncia alla sospensiva permette ai ricorrenti di presentare una nuova istanza, ma questo tempo sarà utile anche al Consiglio Comunale che potrà decidere sulla pubblica utilità del project financing

L'Arsenale, come previsto dal project financing

Il Comitato Arsenale e Legambiente, che avevano presentato un ricorso al Tar contro il project financing per la riqualificazione del compendio asburgico, ieri 13 settembre in udienza hanno accolto positivamente la rinuncia alla sospensiva decisa dal tribunale e in sostanza hanno preso tempo, attendendo che i giudici si esprimano nel merito del ricorso presentato, ovvero se sia legittima o meno la variante urbanistica approvata dal Comune di Verona per realizzare il progetto.

Le delibere della passata amministrazione comunale non sono state dunque sospese,ma "tale provvedimento ci consente di presentare un'ulteriore istanza", fanno sapere dal comitato che aggiunge: "Confidiamo che venga annullato quanto prima il progetto di privatizzazione dell'Arsenale e che non si destinato a diventare un centro commerciale. Il progetto è negativo ed è contro ogni logica di bene comune, contro ogni logica di utile economico e vantaggio culturale per la città".

E se la rinuncia alla sospensiva ha permesso ai ricorrenti di prendere tempo, questo tempo potrebbe tornare utile anche al Comune di Verona, dove la nuova amministrazione guidata da Sboarina non ha mai fatto mistero dei suoi dubbi sul project financing di Italiana Costruzioni. Tanto da far partire la verifica sulla pubblica utilità del progetto, che se verrà a mancare farà crollare tutto.

Il Consiglio Comunale avrà il tempo necessario per decidere sulla revoca della pubblica utilità - scrive il consigliere comunale di Sinistra e Verona in Comune Michele Bertucco - La giunta, infatti, ha espresso chiara indicazione di ritenere prioritari altri interventi nell’ipotesi, ormai sempre più probabile, che i termini del giudizio siano destinati a superare l'anno solare in corso con l'inevitabile conseguenza che i soldi stanziati per il contributo comunale al project rimangano imbrigliati nella maglie del patto di stabilità. A questo punto si tratta di fare il passo successivo, istituendo la commissione consiliare temporanea per la riqualificazione in senso pubblico dell'Arsenale che come minoranze avevamo chiesto già nella scorsa legislatura. Come primo firmatario della richiesta di commissione c'era anche l’attuale assessore Polato. Sarà quella la sede in cui decidere democraticamente, con il contributo dei cittadini, sulle funzioni da assegnare all'ex arsenale asburgico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una città intera in lutto: si è spento Roberto Puliero e Verona perde la sua voce

  • Sbanca a L'Eredità, dipendente comunale pensa ai colleghi in difficoltà

  • Terremoto nella Bassa Veronese: registrate tre scosse ravvicinate

  • Il cordoglio della politica veronese per la scomparsa di Roberto Puliero voce della città

  • «Grassie», la poesia di Roberto Puliero per chi lo ha avuto in cura

  • Madre e figlia dirette a Londra arrestate all'aeroporto Catullo dalla polizia

Torna su
VeronaSera è in caricamento