Spacciavano eroina davanti al Sert di Verona: coppia arrestata dalla polizia

I due sarebbero stati sorpresi in flagrante dagli agenti della squadra mobile della questura

Secondo quanto riferice la questura di Verona, sarebbero stati sorpresi in flagrante mentre spacciavano eroina davanti al S.e.r.t. di via Germania. Si tratterebbe di un 42enne italiano nato negli USA, già noto alle forze dell’ordine, e una donna italiana di 40anni, i quali avrebbero custodito oltre 10 grammi di eroina suddivisa in 20 involucri. I due sarebbero dunque stati arrestati in concorso per spaccio e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. La circostanza risulterebbe inoltre aggravata dal fatto che i reati sarebbero stati commessi nei pressi di una struttura per la cura e la riabilitazione dei tossicodipendenti.

L’arresto, secondo quanto riportato dalla polizia, sarebbe stato eseguito venerdì mattina dagli agenti della squadra mobile della questura di Verona che, sospettando una possibile attività di spaccio all’esterno del S.e.r.t., avrebbero deciso di appostarsi nelle vicinanze del centro di recupero. Gli spacciatori si sarebbero presentati intorno alle ore 8, accompagnati da un taxi: i poliziotti avrebbero quindi notato un uomo, autore materiale dello scambio di droga, scendere dall’auto e una donna seduta in macchina in attesa. Il 40enne, di lì a poco, sarebbe stato sorpreso proprio mentre avrebbe ceduto lo stupefacente al compratore che, in cambio, gli avrebbe consegnato del denaro.

I due sarebbero dunque stati fermati e condotti in questura, dove la perquisizione personale avrebbe poi consentito di trovare 15 dosi di eroina: tre nelle tasche della giacca dell’uomo e 12 nel giubbotto della donna. Le altre 5 sarebbero state, invece, trovate nell’abitazione della coppia, nascoste all’interno del comodino della camera da letto.

Di fronte agli agenti dell’antidroga, il 40enne avrebbe ammesso di aver ceduto due dosi di eroina al prezzo di 40 euro. Lo stupefacente e il denaro, frutto dell’attività di spaccio, sarebbero dunque stati infine sequestrati, insieme ad altri 225 euro trovati nel borsello della donna. A seguito dei necessari accertamenti i due sarebbero quindi stati arrestati, mentre stamane, in sede di direttissima, dopo la convalida dell’arresto, il giudice avrebbe disposto nei confronti dell’uomo la custodia cautelare in carcere e per la donna, invece, l’obbligo di dimora e l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arriva il maltempo in Veneto, pioggia e neve: "Stato di attenzione" della protezione civile

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 17 al 19 gennaio 2020

  • Operaio morto sul lavoro a Legnago, assolto rappresentante dell'azienda

  • Tocca con la motosega i cavi dell'alta tensione: non c'è stato scampo per il 46enne

  • Persona investita da un'auto, trasportata d'urgenza in ospedale: è grave

  • Investimento sui binari: circolazione dei treni sospesa sulla Verona-Bologna

Torna su
VeronaSera è in caricamento