Ricercato dalla Polizia tedesca viene riconosciuto e arrestato al Catullo

Due Moldavi sono stati fermati dalla polizia di frontiera impegnata al Catullo, il primo era ricercato per furti commessi in Germania, il secondo aveva con sé un passaporto falso

Era giunto a Verona nella serata di ieri, giovedì 8 dicembre, con il volo Air Moldova proveniente da Kisinev e probabilmente non pensava di essere individuato dagli Agenti della Polizia di Frontiera dell’Aeroporto di Verona che invece, mediante lo svolgimento di un attento controllo di frontiera, quotidianamente esteso a tutti i passeggeri in arrivo e partenza dallo scalo scaligero, hanno scoperto che il cittadino moldavo M.N. di anni 28 era da tempo ricercato dalla Polizia tedesca per aver commesso furti organizzati in concorso con altre persone, ai danni di negozi di abbigliamento di marca in Germania, per un ingente valore commerciale. Lo straniero, espletate le formalità di rito, è stato arrestato ed associato al carcere di Verona a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

PASSAPORTO FALSO - Nello stesso volo gli Agenti di Polizia hanno individuato un altro passeggero sospetto, un cittadino moldavo C.V di anni 28, il quale era in possesso di regolare passaporto della Moldavia ma, da un controllo sulla persona, è risultato celare addosso anche un passaporto della Romania, intestato ad un’altra persona, rivelatosi poi completamente falso. Il documento rumeno gli è stato sequestrato e il cittadino moldavo è stato deferito a piede libero all’A.G. e respinto a Kisinev (Moldavia) 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sotto le vigne della Valpolicella a Negrar emerge un vero tesoro archeologico

  • Ricercato in tutta Europa, viene scoperto ed arrestato dai carabinieri di Legnago

  • Movida in Erbe a Verona: immagini denuncia sui social (e le webcam registrano tutto)

  • Tragico incidente tra scooter e autocarro: morta una donna di 43 anni

  • Indagine nazionale di sieroprevalenza al coronavirus: ecco i Comuni veronesi coinvolti

  • In vigore la nuova ordinanza di Zaia e per la prima volta si parla di sagre e discoteche

Torna su
VeronaSera è in caricamento