Rapina alle poste di via del Pontiere: arrestati due giovani, uno resterà in carcere

Entrambi erano armati di coltelli. Recuperato il bottino di circa 750 euro

Al centro il Dirigente della Squadra Mobile, Vice Questore Massimo Sacco

Nella giornata del 27 gennaio scorso, secondo quanto riferito dalla questura scaligera, alcuni cittadini avrebbero allertato le forze dell'ordine in merito ad una rapina in corso presso l'ufficio postale di via del Pontiere a Verona. Ricevuta la segnalazione, la pattuglia in servizio della squadra mobile si sarebbe dunque nell'immediato diretta verso la zona indicata. Giunti nei pressi dell'area, gli agenti della polizia spiegano di aver visto due giovani smontare da una Vespa e, armati di coltelli, entrare all'interno dell'ufficio postale.

Trascorsi pochi minuti, i due ragazzi sarebbero quindi usciti a rapina consumata e, credendo di potersi dare alla fuga con il proprio motorino, sono invece stati prontamente bloccati dagli agenti che li hanno così colti sul fatto. I due sono dunque stati arrestati e sul posto sono intervenuti a supporto anche gli agenti delle volanti della polizia. Grazie anche alle immagini riprese dalle telecamere di sorveglianza, è stato possibile riocostruire lo svolgersi della rapina. In particolare, dal video della rapina è possibile vedere uno dei due autori, armato di coltello, preoccuparsi della clientela, mentre l'altro complice si dedica a raccogliere in una busta il denaro contante preservato nelle casse dell'ufficio postale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Intervista al Dirigente della Squadra Mobile, Vice Questore Massimo Sacco

Nel complesso, alla fine, i due autori della rapina, entrambi giovani e tutti e due cittadini veronesi (uno di loro con precedenti), sarebbero riusciti a sottrarre la cifra di 750 euro. Denaro che è comunque già stato recuperato dalla polizia e che verrà restituito all'ufficio postale nel corso delle prossime ore. Secondo quanto riferito quest'oggi dalla questura scaligera, entrambi gli arresti sono stati convalidati nella mattinata odierna presso il carcere di Montorio. Per il giovane con precedenti è stata disposta la sua permanenza in carcere, mentre per l'altro complice il giudice ha stabilito gli arresti domiciliari. 

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in vigore la nuova ordinanza firmata da Zaia: cosa cambia a Verona

  • Coronavirus: a Verona crescono casi positivi e decessi: ricoveri ancora in calo

  • In 24 ore 15 morti positivi al virus nel Veronese: frenano contagi e ricoveri. Veneto: 9.177 casi

  • Tre nuovi morti positivi al coronavirus in Borgo Roma: calo ricoveri in intensiva nel Veronese

  • Covid-19, altri 33 tamponi positivi in provincia di Verona. Aumentano anche i "negativizzati"

  • Covid-19, nuova impennata di casi a Verona, ma prosegue il calo dei ricoveri

Torna su
VeronaSera è in caricamento