Pluripregiudicato ricercato da tempo arrestato a casa di uno spacciatore

L'uomo è un cittadino marocchino classe '76 residente a Veronella e che ora dovrà scontare in carcere a Montorio due anni e otto mesi. Per il connazionale che lo ospitava, trovato con dell'hashish in casa, si dovrà attendere il processo a dicembre

Nella giornata di ieri, venerdì 16 giugno, i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Legnago hanno concluso un'importante operazione per assicurare alla giustizia un ricercato che sfuggiva alla cattura da diverso tempo.

Dopo numerosi servizi di controllo e pedinamento, i militari sono riusciti infine ad individuare l'abitazione, un appartamento a Sustinenza di Casaleone, ove si nascondeva l'uomo e fare quindi irruzione. Una volta entrati i carabinieri hanno individuato e tratto subito in arresto il fuggitivo che non ha opposto particolare resistenza.

L'uomo, B.M. marocchino classe 1976 pluripregiudicato residente a Veronella, si trovava in compagnia di un suo connazionale E.M.M. classe 1979, pregiudicato, che lo ospitava da qualche tempo. Quest'ultimo, grazie all'ausilio dei carabinieri cinofili di Torreglia, è stato trovato in possesso di oltre 37 grammi di hashish, nonché un bilancino di precisione ed altro materiale utile al confezionamento e allo spaccio di droga, venendo quindi tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, con contestuale sequestro dell'intero materiale.

Al termine dell'operazione il ricercato è stato condotto al carcere di Verona Montorio dove dovrà scontare due anni e otto mesi di reclusione, mentre colui che lo ospitava ha trascorso la notte in cella di sicurezza e stamattina è stato condotto davanti al giudice che ha convalidato l'arresto e disposto l'obbligo di firma presso i carabinieri di Sanguinetto. Il processo sarà celebrato il prossimo dicembre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dall'8 all'11 novembre 2019

  • Terribile frontale tra auto e camion nella notte: perde la vita un 34enne

  • Con il dottor Claudio Zorzi dell'ospedale di Negrar l'Ortopedia veronese ai vertici in Italia

  • Signora arrestata per furto di profumi nel centro commerciale "Porte dell’Adige"

  • Accoltellamento a Verona, un uomo in ospedale: caccia agli aggressori

  • Operato a Verona, un paziente ringrazia: «Ho finalmente rivisto la luce»

Torna su
VeronaSera è in caricamento