Derubavano i turisti in visita alla casa di Giulietta: arrestati due borseggiatori

Si tratta di due cittadini rumeni che agivano in coppia, distraendo con sotterfugi le proprie vittime e sottraendo denaro ed oggetti dalle loro borse durante la visita alla casa di Giulietta

La Volante della polizia dinanzi alla casa di Giulietta dove operavano i due malviventi

Durante la normale attività di pattugliamento, i poliziotti di quartiere in servizio appiedato lungo le vie del centro cittadino, già dal primo pomeriggio di venerdì avevano notato la presenza di alcune persone che si aggiravano in modo sospetto nei pressi del balcone di Giulietta.

Intorno alle ore 16:30, uno dei due operatori si è così posizionato all’ingresso del cortile di via Cappello, mentre l’altro si è appostato all’interno dello stesso, dove vi era un folto assembramento di cittadini orientali intorno alla statua di Giulietta. L'agente della polizia, dopo essere riuscito a mimetizzarsi tra i turisti, ha così potuto individuare due cittadini originari dell’est europa, uno piuttosto corpulento vestito con giacca verde ed un altro basso e magro che osservavano la comitiva straniera con il chiaro atteggiamento di chi sta selezionando la possibile vittima da borseggiare.

Il modus operandi dei due ladri

Detto fatto, ad un certo punto, l’uomo corpulento ha allungato il braccio al di sopra di una turista orientale, fingendo di voler scattare una foto e, appoggiandosi sulla donna, ha in tal modo favorito il suo complice che lestamente le ha infilato le mani all’interno della borsa. Il tutto è avvenuto sotto lo sguardo attento del poliziotto di quartiere, il quale non ha quindi potuto fare altro che intervenire, riuscendo a bloccare i due malviventi sorpresi in piena flagranza di reato.

La perquisizione

La perquisizione personale dei due malfattori, in seguito, ha dato esito positivo: complessivamente, infatti, sono stati rinvenuti 198 euro in contanti, due dollari americani e diversa merce acquistata presso il vicino negozio "Intimissimi" per un valore di circa 45 euro. Elementi questi riconducibili all'attività criminale dei due borseggiatori che si era già protratta nel primo pomeriggio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Pluripregiudicati e senza fissa dimora

I due ladri di origine straniera, D. I. e I. N., rispettivamente un 48enne e un 45enne rumeni, entrambi in Italia senza fissa dimora, pluripregiudicati per reati specifici commessi con le medesime modalità, sono stati dunque arrestati per tentato furto aggravato e condotti presso le camere di sicurezza della questura. Nella mattinata di ieri, sabato 17 febbraio, il giudice dopo aver convalidato l’arresto, ha disposto la misura cautelare del divieto di dimora nel Comune di Verona in attesa del rinvio dell’udienza che si terrà il prossimo 25 giugno 2018.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come si è sviluppato il nuovo focolaio in Veneto che tocca da vicino anche Verona?

  • Auto in fiamme dopo lo scontro con un autocarro: morta una donna

  • Morto in A22 a 37 anni: scoppiate le gomme posteriori, il furgone è diventato incontrollabile

  • Coronavirus: in Veneto nuovi casi positivi e ricoveri, 4 morti di cui 3 sono a Verona

  • Citrobacter, destino segnato per una bimba infettata a Borgo Trento

  • Forti temporali attesi in Veneto: stato di attenzione anche nel Veronese

Torna su
VeronaSera è in caricamento