Legnago, furto aggravato in un negozio di abbigliamento a San Pietro

La responsabile è una ragazza che è stata bloccata insieme ad una sua parente minorenne dal personale addetto alla vigilanza del negozio. L'arresto è stato poi compiuto dai carabinieri

Carabinieri di Legnago

I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Legnago ieri pomeriggio, 24 maggio, verso le 14 sono intervenuti in seguito alla segnalazione di un furto giunta da un negozio di abbigliamento di San Pietro di Legnago.

Sul posto, i militari hanno visto una giovane che era stata bloccata insieme ad una sua parente minorenne dal personale addetto alla vigilanza del negozio. In una borsa, le due avevano occultato diversi capi di abbigliamento e a sei di questi capi avevano rimosso i dispositivi antitaccheggio. In totale, il valore complessivo della merce che volevano sottrarre era di 128 euro.

La ragazza è stata portata dai carabinieri in caserma e dichiarata in arresto per furto aggravato in concorso con la ragazzina sua parente, la quale è stata denunciata a piede libero per lo stesso reato. In seguito, l'arrestata è stata condotta dai militari nella sua abitazione e sottoposta agli arresti domiciliari. Le sue iniziali sono C.A., è cittadina italiana classe 1997 residente a Casaleone, nullafacente e pregiudicata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Questa mattina, C.A. è stata accompagnata dai carabinieri al tribunale di Verona per il giudizio per direttissima. Il giudice Claudio Prota ha convalidato l'arresto e in seguito al patteggiamento, la ragazza è stata condannata a 3 mesi di reclusione e a 128 euro di multa. La pena è stata sorpresa e la giovane è tornata libertà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attaccata sotto la sedia, nascondeva una scatola con quasi mezzo chilo di coca

  • Coronavirus: Verona segna ancora il peggior aumento di casi positivi totali in Veneto

  • Ancora un dramma sulle strade: motociclista muore dopo lo scontro con un cervo

  • Ricercato in tutta Europa, viene scoperto ed arrestato dai carabinieri di Legnago

  • Movida in Erbe a Verona: immagini denuncia sui social (e le webcam registrano tutto)

  • Quante persone posso invitare a pranzo o cena in casa mia secondo le norme in Veneto?

Torna su
VeronaSera è in caricamento