Controllato due volte in mezz'ora, la seconda occasione spuntano 50 grammi di eroina

Arrestato dai carabinieri in via Roveggia a Verona un cittadino tunisino

Eroina - immagine di repertorio

Nella giornata di ieri, giovedì 7 febbraio, un cittadino tunisino è stato arrestato dai carabinieri in zona fiera a Verona con l'accusa di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. L'uomo, già noto alle forze dell'ordine e monitorato da tempo, dopo essere stato controllato una prima volta e trovato pulito, nell'arco di una mezz'ora è stato ricontrollato nuovamente in via Roveggia.

Nella seconda occasione, non appena avvistata la pattuglia dei militari, il cittadino tunisino ha mutato bruscamente la direzione della propria camminata, nel tentativo di evitare il controllo. Di fatto però, tale insolito atteggiamento ha insospettito i carabinieri che hanno quindi deciso di procedere ad una verifica. Non appena sceso dall'aliquota il capo equipaggio, il cittadino tunisino ha gettato a terra quella che si è poi rivelata essere dell'eroina, e se l'è data a gambe levate.

A quel punto, uno dei due militari ha recuperato la droga, circa 50 grammi di eroina "brown sugar", mentre l'altro carabiniere ha iniziato a rincorrere il fuggiasco fino a bloccarlo. L'uomo ha quindi opposto una certa resistenza, ma alla fine è stato bloccato ed arrestato, grazie anche all'intervento di un altro equipaggio dei militari, ironia della sorte, lo stesso che aveva svolto il primo controllo mezz'ora prima.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: l'Esu di Verona chiude «aule studio, ristoranti e zone pertinenti»

  • Incidente e incendio, un camion va a fuoco: traffico in tilt sulla tangenziale sud

  • Musicista torna in Molise da Verona: «Per il coronavirus, prevenzione bassa»

  • Cambia la viabilità di Verona per il Venerdì Gnocolar: ecco i provvedimenti

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 21 al 23 febbraio 2020

  • Aveva un tumore al collo, neonata operata durante il parto a Verona

Torna su
VeronaSera è in caricamento