Un minestrone "stupefacente": droga nei barattoli per alimenti, arrestato 44enne

Trovato dagli agenti della polizia con marijuana, ma anche hashish e cocaina

La droga sequestrata dalla polizia di Verona

La polizia di Verona riferisce di aver arrestato un cittadino 44enne veronese con l'accusa di "detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti". Secondo quanto riportato dalla questura, il 44enne sarebbe stato trovato in possesso di circa 800 grammi di droga tra cocaina, marijuana ed hashish. Gli agenti rivelano di essere intervenuti lo scorso venerdì, a seguito di un attento servizio investigativo messo in atto dai poliziotti della squadra mobile di Verona. Durante l’attività di indagine, gli uomini della questura spiegano di essere riusciti ad individuare i movimenti sospetti dell’uomo e, attraverso i molteplici servizi di sorveglianza, sarebbero così arrivati a riscontrare la sua supposta attività di smercio di varie tipologie di sostanze stupefacenti.

All’interno dell’abitazione del 44enne, nel corso della tarda mattinata di venerdì scorso, gli uomini della narcotici, secondo quanto riferito dalla questura, avrebbero trovato due bilancini di precisione, un coltello a serramanico, ma in particolare quasi 10 grammi di cocaina già suddivisa in dosi e 125 grammi circa di marijuana. Piccola nota di colore, proprio la marijuana, sarebbe stata conservata all’interno di contenitori che, confusi tra le spezie dentro un mobile della cucina, riportavano i nomi di vari alimenti sulle etichette, tra le quali una con scritto «Verza per minestrone».

Sospettando che potesse essere nascosto altro stupefacente, gli agenti della questura spiegano di aver quindi deciso di estendere gli accertamenti anche all’interno dell’auto dell'uomo. L'intuizione si sarebbe dunque rivelata corretta, poiché, secondo ciò che riferisce la questura, contenuti questa volta in una scatola di scarpe, sarebbero stati trovati circa 630 grammi di hashish suddivisi in panetti. Il 44enne veronese sarebbe incensurato e la polizia riferisce di averlo arrestato a seguito dei necessari accertamenti, per poi accompagnarlo presso il carcere di Montorio, in attesa della convalida del provvedimento. Nella tarda mattinata odierna, la questura rivela che il giudice, dopo aver convalidato l’arresto, ha disposto per il 44enne l'obbligo di firma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La vera storia di Santa Lucia, secondo la leggenda nata a Verona

  • Luca, Francesca e Chiara: i tre giovani morti nell'incidente di Bonavigo

  • Ha un nome il corpo trovato in A4: tocca alla Polstrada risolvere il giallo

  • Nasce il nuovo polo logistico del Gruppo Veronesi: 200 i lavoratori impiegati

  • Autovelox e telelaser, le strade di Verona controllate dalla polizia locale

  • "Strage di Santa Lucia" a Sommacampagna: il disastro aereo in località Poiane

Torna su
VeronaSera è in caricamento