Operazione antidroga: traffico di cocaina e hashish smantellato dai carabinieri

Gli arrestati sono due magrebini di 33 e 25 anni, entrambi residenti nel Veronese, uno a Monteforte d'Alpone e l'altro a San Bonifacio, ma domiciliato a Belfiore

I militari del nucleo operativo e radiomobile di Este che ha condotto l'indagine con la collaborazione della compagnia di San Bonifacio e di Legnago

Sgominata banda dedita allo spaccio nell'Estense: due arresti 24 febbraio 2017Nel tardo pomeriggi di venerdì 24 febbraio, a conclusione di una lunga attività investigativa, i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Este, con la collaborazione dei militari della compagnia di San Bonifacio e di Legnago, hanno smantellato un'organizzazione dedita allo spaccio di stupefacenti nella provincia di Padova.

In manette sono finiti E.G.B., un 33enne marocchino residente a Monteforte d’Alpone, nonché il 25 enne E.I.M., a sua volta residente nel Veronese a San Bonifacio e domiciliato a Belfiore. L’indagine è iniziata con la raccolta di informazioni trapelate dal mondo dei tossicodipendenti che lasciavano filtrare la presenza di due maghrebini, provenienti dal Veronese, molto assidui sul mercato dello spaccio estense e con una buona disponibilità di cocaina e hashish.

In seguito ai primi accertamenti, iniziati nel mese di dicembre 2016, i militari sono riusciti a comprendere che i due stranieri erano soliti sotterrare lo stupefacente in aperta campagna, cambiando di volta in volta il luogo per non essere scoperti e per evitare che qualcuno potesse trovarlo inavvertitamente. Durante il servizio eseguito nel pomeriggio di venerdì, i carabinieri hanno atteso il momento opportuno per fermare i due maghrebini a bordo di un'Audi A3. Una volta giunti in prossimità di uno dei luoghi in cui avevano precedentemente occultato la droga, in via Moneta a Belfiore, i due nord africani sono stati fermati, perquisiti, e addosso gli sono stati trovati 10 grammi di cocaina suddivisa in due involucri.

La perquisizione è stato dunque estesa anche nei luoghi di occultamento individuati e ciò ha consentito ai militari di rinvenire e sequestrare ben 4,7 chili di hashish lungo l’argine di un canale di scolo ubicato nella via in cui sono stati fermati. Poco dopo, in località Desmontà di Veronella, lungo il ciglio della SP7 Bis, i carabinieri hanno trovato anche 604 grammi di Cocaina. Alla luce dei fatti esposti, i due stranieri sono stati arrestati per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e associati alla casa circondariale di Verona, a disposizione della locale Autorità Giudiziaria per la convalida. Per quanto riguarda  il 25enne E.I.M gli è sato contestato anche il reato di resistenza a pubblico ufficiale, considerato che all’atto del controllo ha attuato una violenta reazione nei confronti di due carabinieri, causando loro lievi lesioni, nel tentativo fallito di darsi ad un'improbabile fuga.


 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Potrebbe interessarti: http://www.padovaoggi.it/cronaca/droga-spaccio-banda-arresti-este-24-febbraio-2017.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/PadovaOggi/199447200092925

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma familiare a Bardolino: «Vado al porto per farla finita», il biglietto trovato dal figlio 

  • Provincia baciata dalla fortuna al SuperEnalotto: vinti oltre 40 mila euro

  • «Alleanza contro Covid-19», i primi frutti delle ricerche fatte a Verona

  • Gardaland annuncia la data della riapertura ufficiale: attrazioni all'aperto tutte disponibili

  • La «protesta silente» che rischia di passare sotto silenzio andata in scena anche a Verona

  • Fatture false per evadere l'Iva, sequestri per 74 milioni ad azienda veronese

Torna su
VeronaSera è in caricamento