Carabinieri lo tengono d'occhio e lo sorprendono a vendere eroina

I militari di Cadidavid hanno arrestato un cittadino tunisino di trentuno anni, trovato a spacciare in via Combattenti Alleati. L'arrestato è stato sottoposto agli arresti domiciliari

Carabiniere a Cadidavid

Da qualche giorno i carabinieri di Cadidavid tenevano sotto controllo un cittadino tunisino di trentuno anni, domiciliato in città e con qualche precedente, ritenendo che potesse spacciare stupefacenti. Ieri sera, 5 agosto, durante un servizio di osservazione in via Combattenti Alleati, i militari hanno sorpreso il 31enne nell'atto di cedere 2,5 grammi di eroina ad un giovane della zona. È pertanto scattato l'arresto e lo straniero è stato accompagnato nella camera di sicurezza del comando provinciale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Questa mattina, il giudice del tribunale di Verona ha convalidato l'arresto ed ha disposto gli arresti domiciliari per il cittadino tunisino, in attesa del processo che si celebrerà ad ottobre.
Il giovane che aveva acquistato l'eroina dal 31enne è stato segnalato alla Prefettura di Verona come assuntore di stupefacenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attaccata sotto la sedia, nascondeva una scatola con quasi mezzo chilo di coca

  • Coronavirus: Verona segna ancora il peggior aumento di casi positivi totali in Veneto

  • Ancora un dramma sulle strade: motociclista muore dopo lo scontro con un cervo

  • Ricercato in tutta Europa, viene scoperto ed arrestato dai carabinieri di Legnago

  • Movida in Erbe a Verona: immagini denuncia sui social (e le webcam registrano tutto)

  • Coronavirus a Verona: 25 nuovi casi e 4 decessi in poche ore, ma diminuiscono i "positivi"

Torna su
VeronaSera è in caricamento