Anziana rapinata, reagisce e rimane ferita: rintracciati e fermati due uomini

Il fatto sarebbe accaduto nella mattinata di martedì a Valeggio sul Mincio, con sfortunata protagonista una donna settantenne che è stata poi portata all'ospedale Magalini, dal quale è stata dimessa con 30 giorni di prognosi

Immagine generica

Senza farsi problemi nell'usare la forza, due uomini nella mattinata di martedì avrebbero rapinato un'anziana a Valeggio sul Mincio, rimasta anche ferita per aver provato ad opporsi allo scippo della borsetta, salvo venire rintracciati e fermati nel giro di circa due ore dai carabinieri mantovani. 
Come racconta L'Altra Mantova, erano circa le 9.30 del mattino in via Baden Powell quando la settantenne stava percorrendo la strada in bicicletta ed è stata avvicinata da due persone. Uno di questi sarebbe sceso dall'auto e le sarebbe andato incontro con fare gentile, salvo poi appropriarsi della borsa che si trovava nel cesto della bicicletta con una mossa repentina e tornare in fretta alla guida delle vettura, dove il complice sarebbe rimasto seduto. La vittima però non si è arresa al furto e, abbandonato il proprio mezzo, si sarebbe lanciata all'inseguimento riuscendo a raggiungere e ad aggrapparsi all'auto, fino a mettere una mano sul bottino dei malviventi, grazie ad un finestrino abbassato: il guidatore però sarebbe partito velocemente, trascinando la settantenne per qualche metro, fino a quando non ha mollato la presa cadendo sull'asfalto. 

Soccorsa prima dai passanti e poi dal 118, l'anziana è stata condotta all'ospedale di Villafranca. Lì le sono state riscontrate fratture alla naso, alla scapola e alcune escoriazioni, prima di essere dimessa con 30 giorni di prognosi
Lanciato l'allarme, è scattata la ricerca de veicolo, segnalato da un testimone che ne ha così permesso una rapida individuazione, grazie anche ad una serie di riscontri ottenuti attraverso le telecamere di videosorveglianza presenti nei territori dei comandi dall'Arma di Valeggio sul Mincio, Monzambano e Volta Mantovana, coinvolgendo anche la Centrale Operativa di Peschiera del Garda. 

Le immagini avrebbero permesso di appurare che la Fiat di colore nero dei rapinatori, si era diretta verso Monzambano e Volta Mantovana. Sono stati così allertati i carabinieri della compagnia di Castiglione delle Stiviere e del reparto operativo di Mantova, che si sono messi al lavoro per rintracciare l'auto ricercata. Ed infatti, poco tempo dopo, il veicolo ricercato è stato fermato proprio a Volta dai militari della stazione locale, coadiuvati dai colleghi del Norm e di Monzambano, che li hanno identificati. Si trattava di un italiano di 25 anni e di un marocchino di 39, regolare in Italia, entrambi con alle spalle alcuni precedenti e senza fissa dimora. Gi operatori hanno dato il via anche alla perquisizione che ha permesso di recuperare il cellulare dell'anziana, mentre della borsa e il suo contenuto non c'era traccia. 
Fermati con l'accusa di rapina impropria aggravata, i due sono stati condotti nel carcere di Mantova a disposizione dell'autorità giudiziaria, che dovrà convalidare o meno il provvedimento. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto "vola" su altre due vetture a Pescantina in un parcheggio: spunta l'ipotesi della rissa

  • Scavalca una siepe e vola sulle auto parcheggiate dall'altro lato nel piazzale

  • Investito da un treno a Balconi di Pescantina: caos e disagi in stazione

  • Nuovo autovelox in Tangenziale Nord, 366 multe nelle prime 12 ore

  • Quaterna fortunata messa a segno in provincia: vinti oltre 50 mila euro

  • Rombano i motori, Rally Due Valli al via a Verona: il programma della giornata

Torna su
VeronaSera è in caricamento