Anpi Verona denuncia atto vandalico alla propria sede: «È il quarto in un anno e mezzo»

«Episodi gravi e ripetuti a cui vanno aggiunti una serie frequente di provocazioni», afferma in una nota la sezione scaligera dell'Associazione nazionale partigiani d'Italia

«Oggi, per l'ennesima volta, la sede che condividiamo con Istituto veronese per la storia della Resistenza e dell'età contemporanea e Associazione Nazionale Perseguitati Politici Italiani Antifascisti è stata oggetto delle attenzioni di qualche nostalgico con poco talento artistico e la passione per i graffiti brutti». La denuncia arriva direttamente dall'Anpi Verona che nella serata di ieri, alla vigilia della Festa della Repubblica, ha divulgato una breve nota con la quale stigmatizza il nuovo sgradevole episodio vandalico subìto.

«Si tratta almeno del quarto episodio nel giro dell'ultimo anno e mezzo che vede presa di mira la nostra sede: il furto della bandiera dell'Anpi e due volte quello della targa posta all'ingresso, - prosegue la nota della sezione veronese dell'Assciazione nazionale partigiani d'Italia - oltre ad uno striscione offensivo in occasione dell'ultimo Giorno del Ricordo, episodi gravi e ripetuti a cui vanno aggiunti una serie sempre più frequente di provocazioni e tentativi mal riusciti di intimidazione. Non è difficile capire quali siano le menti e le mani dietro ognuno di questi attacchi. E preoccupa che le organizzazioni di destra, anche in questa crisi, cerchino di alzare la tensione contro il bene comune. Da parte nostra, - si conclude la nota di Anpi Verona - non c'è ovviamente nessuna intenzione di cedere a queste vili provocazioni né ne siamo intimiditi. Andiamo avanti, antifascisti sempre e uniti».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una prima manifestazione di solidarietà per quanto avvenuto è giunta nei confronti della sezione veronese dell'Anpi da parte del movimento Sardine Verona che, in un post su Facebook, scrive: «Sempre la stessa mano e sempre lo stesso colore, il nero, a imbrattare la memoria di chi ha lottato per consegnare a tutti noi la democrazia che soggetti come loro danno per presupposta, ma a cui con attacchi come questi dimostrano di non tenere. Tutta la nostra solidarietà all'Anpi Verona, - si conclude la nota a firma Sardine Verona - nuovamente oggetto di attacchi intimidatori che siamo sicuri non li faranno arretrare di un passo. Perché chi cammina nel giusto non ha mai paura, e non si piega alle azioni dei codardi».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo focolaio di Covid-19 nel Vicentino, al confine con Verona e Padova

  • Dramma in Transpolesana nella notte: un uomo trovato morto dopo malore alla guida

  • Dolore a Pressana e Cologna per la morte di Arianna Fin, madre di due bimbe

  • Zoppicando attira l'attenzione dei carabinieri, aveva 19 dosi di eroina negli slip

  • Spende 9 mila euro per un depuratore per la casa: «Non serve, l'acqua è già potabile»

  • Maltempo atteso a Verona: il Comune invita i cittadini a limitare gli spostamenti

Torna su
VeronaSera è in caricamento