Dopo anni di violenze, la moglie trova il coraggio di denunciare il marito

L'ennesimo litigio scoppiato nell'appartamento di vicolo Madonnina ha convinto la donna a rivolgersi ai carabinieri, che sono intervenuti giusto in tempo per schierarsi in sua difesa: l'uomo ora si trova nel carcere di Montorio

Da anni subiva in silenzio le angherie del marito e nella notte tra giovedì e venerdì ha finalmente trovato il coraggio di denunciarlo. I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Verona quindi hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, un tunisino classel 1974 pregiudicato, per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali.

La vittima, una donna napoletana classe 1970, da tempo oramai subiva in silenzio le sfuriate dell'uomo, che spesso dalla violenza verbale sfociavano in quella fisica. Così, dopo l'ennessimo litigio scoppiato in vicolo Madonnina, stanca di dover scappar via di casa nel cuore della notte, dei continui attacchi di panico che oramai non le lasciavano tregua durante l'intera giornata e di venire continuamente offesa come donna e madre, ha finalmente deciso di chiedere l'intervento del 112: accorsi sul posto, i militari hanno colto il marito in flagranza di reato, ancora accecato dalla rabbia e pronto a scagliarsi contro la moglie, a difesa della quale si sono schierate proprio le forze dell'ordine. 
Bloccato e portato in caserma, l'uomo si trova ora nel carcere di Montorio, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arriva il maltempo in Veneto, pioggia e neve: "Stato di attenzione" della protezione civile

  • Omicidio a Verona: ammazza una 51enne e confessa due giorni dopo

  • Ladri acrobati si arrampicano fino al quinto piano e svaligiano l'appartamento

  • Braccato dai carabinieri per il tentato omicidio della fidanzata, si dà fuoco

  • Folle inseguimento, poi fuga a piedi: carabinieri sulle tracce di una banda di ladri

  • Due semafori abbattuti da auto: sanzionati un uomo e neopatentata positiva all’etilometro

Torna su
VeronaSera è in caricamento