Scarico illecito di rifiuti in città: Amia punta le sue telecamere su altre zone

Il sistema di videosorveglianza ad energia solare è stato rimosso da via Zeviani e da via Sant'Elisabetta, per essere installato in via Sasse e via Polesine

Per monitorare il corretto smaltimento dei rifiuti in città, l’Amministrazione Comunale e l’Amia hanno attivato un sistema di videosorveglianza. In alcune zone critiche della città sono state installate telecamere alimentate ad energia solare, visione notturna e collegamento via Umts alla centrale operativa, che hanno lo scopo di registrare, quindi verificare smaltimenti impropri o sconfinamenti.

“Verona – afferma il Presidente Andrea Miglioranzi - è stata tra le prime città italiane a dotarsi di un sistema di videosorveglianza ambientale che permette spostamenti veloci e precisi atti a osteggiare ogni azione illegale e a migliorare l’impatto visivo ed ecologico della nostra splendida città.”

Dall’8 aprile scorso le telecamere sono state rimosse da via Zeviani e da via S. Elisabetta e sono state installate in via Sasse e in via Polesine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arriva il maltempo in Veneto, pioggia e neve: "Stato di attenzione" della protezione civile

  • Operaio morto sul lavoro a Legnago, assolto rappresentante dell'azienda

  • Persona investita da un'auto, trasportata d'urgenza in ospedale: è grave

  • Omicidio a Verona: ammazza una 51enne e confessa due giorni dopo

  • Braccato dai carabinieri per il tentato omicidio della fidanzata, si dà fuoco

  • Ladri acrobati si arrampicano fino al quinto piano e svaligiano l'appartamento

Torna su
VeronaSera è in caricamento