Allevatore nei guai: smaltiva le carcasse dei polli nei campi insieme al concime

La Polizia provinciale è intervenuta in seguito alle numerose segnalazioni di cacciatori e agricoltori, che lamentavano la presenza di diversi resti di animali sparsi per i campi nella zona di Roverchiara

La Polizia Provinciale ha individuato a Roverchiara un allevatore di polli che smaltiva le carcasse degli animali assieme agli escrementi dell'allevamento, pratica ovviamente proibita dalla legge. L'uomo è stato, dunque, denunciato per abusivo e sistematico smaltimento di rifiuti speciali.

Già da qualche tempo erano giunte alla Polizia Provinciale numerose segnalazioni da parte di cacciatori e agricoltori della Bassa veronese, che lamentavano la presenza di diverse carcasse di polli sparse sui campi. Dopo le prime indagini, è stata esclusa l'ipotesi che i resti provenissero da razzie da parte di animali selvatici, all'interno di allevamenti domestici. Successivamente, gli agenti hanno scoperto l'allevamento avicolo intensivo di Roverchiara, nel quale i capi morti venivano mescolati alla pollina – concime organico ottenuto dal riciclaggio per trattamento industriale delle deiezioni degli allevamenti avicoli – anziché essere smaltiti secondo la norma vigente. All'interno della concimaia dell'azienda, infatti, sono state ritrovate numerosissime carcasse di pollami.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il regolamento CEE, che disciplina nello specifico lo smaltimento, prevede che le carcasse di animali morti per cause diverse dalla macellazione debbano essere custodite temporaneamente in appositi impianti frigoriferi e successivamente vengano avviate allo smaltimento in impianti autorizzati. Lo smaltimento abusivo, mediante il mescolamento con la pollina e l'abbandono a cielo aperto, può creare un allarme di tipo sanitario, poiché le carcasse possono essere prelevate dal cumulo, come è avvenuto in questo caso, ed essere trasportate nelle campagne circostanti da vari animali carnivori, quali volpi, cani o cornacchie.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Partire da Verona: le info utili per come raggiungere l'aeroporto

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 10 al 12 luglio 2020

  • Perde il controllo della moto, esce di strada e muore sulla Transpolesana

  • Focolaio di Covid-19 a Verona: marito ricoverato e famiglia messa in quarantena

  • Omicidio Micaela Bicego, trovata mannaia nello zainetto della vittima

  • 'Ndrangheta in provincia di Verona dai primi anni '80: l'operazione scattata all'alba

Torna su
VeronaSera è in caricamento