Il piccolo Alex può finalmente tornare a casa: «Sistema immunitario perfetto»

A certificare la guarigione di Alessandro Maria è stato nelle scorse ore il dottor. Franco Locatelli, oncoematologo dell'ospedale Bambin Gesù di Roma

Il piccolo Alessandro Maria - ph Facebook

Il professore Franco Locatelli, Oncoematologo dell'ospedale Bambin Gesù di Roma, ha annunciato in un'intervista rilasciata al Corriere della Sera che il piccolo Alex, il bambino affetto da una rara malattia, la "Linfoistiocitosi Emofagocitica", che ha appassionato il mondo provocando una vera e propria corsa alla donazione di midollo osseo, può oggi vantare «un sistema immunitario perfetto».

Parole che suonano come la certificazione di una guarigione da tutti sperata, ma che ha davvero dello straordinario. Il bimbo era stato sottoposto al trapianto di cellule da parte del padre e, oggi, quell'operazione ha prodotto i frutti sperati, consentendo ad Alex di sviluppare finalmente le proprie difese immunitarie.

«In ematologia si parla di "chimerismo completo". - ha aggiunto il professor Locatelli - Le cellule del donatore si sono del tutte sostituite a quelle malate che non avrebbero consentito ad Alex di sopravvivere». Ora la famiglia di Alex, la mamma e il papà veronese originario di Lazise, potranno fare il loro rientro a casa, nella Londra dove da tempo vivono. Quale "sorpresa" migliore per la loro Pasqua?

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dall'11 al 13 ottobre 2019

  • La "pacchia" è finita in tangenziale Nord a Verona: entra in funzione il nuovo autovelox

  • Scavalca una siepe e vola sulle auto parcheggiate dall'altro lato nel piazzale

  • Camion sfonda il guard rail: traffico in tilt in autostrada e tangenziale

  • Nuovo autovelox in Tangenziale Nord, 366 multe nelle prime 12 ore

  • Rombano i motori, Rally Due Valli al via a Verona: il programma della giornata

Torna su
VeronaSera è in caricamento