Aggredito con mazze da cricket per un cellulare. 58enne all'ospedale

L'uomo ha rimediato una frattura della tibia ed è stato medicato all'ospedale Magalini di Villafranca. L'aggressione è avvenuta in via San Marco a Verona

(Foto di repertorio)

Picchiato con delle mazze da cricket per un cellulare. È l'aggressione subita da un cittadino marocchino di 58 anni settimane fa in via San Marco. L'uomo ha raccontato la violenza subita a L'Arena, riferendo che lui non aveva fatto nulla di provocatorio. Si trovava seduto a mangiare un panino quando un gruppo di singalesi ubriachi si è avvicinato e lo ha colpito con delle mazze da cricket per prendergli il cellulare. L'uomo ha rimediato una frattura della tibia ed è stato medicato all'ospedale Magalini di Villafranca.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il 58enne ha spiegato di non avere una casa o un lavoro. Generalmente viene ospitato dal fratello e da amici e non riesce a trovare un'occupazione stabile. E adesso teme che per lui la vita sarà ancora più difficile dopo la rottura della tibia. Di solito, l'uomo si aggirava in zona Stadio a Verona, dove aiutava delle signore anziane, magari portando la spesa per guadagnarsi qualche soldo. Quelle stesse signore che si sono allarmate, non vedendolo per qualche giorno e scoprendo poi dell'aggressione. Al giornale locale, lo hanno descritto come un uomo gentile, che non aveva creato nessun problema.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Partire da Verona: le info utili per come raggiungere l'aeroporto

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 10 al 12 luglio 2020

  • Perde il controllo della moto, esce di strada e muore sulla Transpolesana

  • Focolaio di Covid-19 a Verona: marito ricoverato e famiglia messa in quarantena

  • Omicidio Micaela Bicego, trovata mannaia nello zainetto della vittima

  • 'Ndrangheta in provincia di Verona dai primi anni '80: l'operazione scattata all'alba

Torna su
VeronaSera è in caricamento