La curva non scende, aumentano i malati di coronavirus a Verona

Sono diventati 1.046 in tutta la provincia. La maggior parte è in isolamento domestico, ma 352 di loro si trovano in ospedale (79 in terapia intensiva). Il totale dei morti veronesi di coronavirus sale a 31

Foto di repertorio

È una curva che punta ancora verso l'alto quella che graficamente mostra l'andamento dei contagi di coronavirus in Veneto e in provincia di Verona. Questa mattina, 22 marzo, la Regione Veneto ha diffuso un nuovo aggiornamento sulla diffusione del Covid-19 e rispetto all'ultimo report fornito ieri sera crescono ancora i cittadini positivi. Tra loro, crescono anche i pazienti che recessitano di ricoveri in ospedale e, purtroppo, sale anche il conto dei morti.

GLI ISOLATI. In provincia di Verona sono 2.767 i cittadini in isolamento domiciliare (dato aggiornato alle 20 di ieri sera). Si tratta di uomini e donne malati ma in buone condizioni, oppure sono coloro che hanno avuto contatti con persone malate e quindi, per precauzione, sono stati messi in isolamento. In tutto il Veneto, questa condizione viene vissuta da 14.268 cittadini.

I MALATI. I veronesi positivi al coronavirus sono diventati 1.046. E la provincia di Verona è l'unica, insieme a quella di Padova, ad avere più di mille casi. La crescita rispetto a ieri sera è di 53 nuovi malati, mentre la crescita in tutta la regione è stata di 313 casi, facendo salire la cifra dei malati veneti a 5.122.

I RICOVERATI. Ieri sera, nel Veronese, erano 345 i malati Covid-19 in ospedale. Alle 8 di questa mattina, i malati sono diventati 352: in area non critica ci sono 273 pazienti e 79 si trovano in terapia intensiva. A Borgo Roma i malati di coronavirus sono 73 non critici e 18 in terapia intensiva; a Borgo Trento sono 33 i meno gravi e 28 i gravi; a Legnago 30 pazienti non critici e 8 in terapia intensiva; a San Bonifacio 8 in area non critica e 1 in terapia intensiva; a Villafranca sono 61 i non critici e 11 in terapia intensiva; a Negrar ci sono 47 pazienti non critici e 8 in terapia intensiva; a Peschiera i non critici sono 21 e 5 invece si trovano in terapia intensiva.
In tutto il Veneto sono 255 i pazienti in terapia intesiva e 1.113 quelli in ospedale ma in area non critica.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I DIMESSI E I DECEDUTI. Il 21 febbraio è la data scelta come inizio dell'emergenza corovirus. Da quella data sono stati 65 i pazienti veronesi curati negli ospedali e poi dimessi perché le loro condizioni sono migliorate. In Veneti, i dimessi sono saliti a 309. Sale, però, anche il contatore dei morti dall'inizio dell'emergenza. In tutto il Veneto i positivi al coronavirus che sono deceduti sono 169. I morti veronesi sono 31.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attaccata sotto la sedia, nascondeva una scatola con quasi mezzo chilo di coca

  • Coronavirus: Verona segna ancora il peggior aumento di casi positivi totali in Veneto

  • Ancora un dramma sulle strade: motociclista muore dopo lo scontro con un cervo

  • Movida in Erbe a Verona: immagini denuncia sui social (e le webcam registrano tutto)

  • Ricercato in tutta Europa, viene scoperto ed arrestato dai carabinieri di Legnago

  • Coronavirus a Verona: 25 nuovi casi e 4 decessi in poche ore, ma diminuiscono i "positivi"

Torna su
VeronaSera è in caricamento