Salizzole. Partono i lavori di Acque Veronesi per creare il nuovo acquedotto

L'opera costa 110.000 euro e andrà a limitare i disagi per la carenza d'acqua che negli ultimi anni si sono spesso verificati. Proseguiranno gli interventi per potenziare il sistema

Il presidente di Acque Veronesi, Niko Cordioli ed il sindaco di Salizzole, Mirko Corrà, hanno presentato oggi, 29 giugno, i lavori di potenziamento del collegamento acquedottistico tra i comuni di Bovolone e Salizzole. L’intervento costerà 110.000 euro e andrà a limitare i pesanti disagi di carenza di approvvigionamento idrico verificatisi nel corso degli ultimi anni proprio a Salizzole.

In occasione della torrida estate del 2015, le alte temperature e la prolungata siccità, provocarono un considerevole aumento dell’utilizzo dell’acqua. Furono segnalati numerosi casi di importanti carenze idriche e difficoltà di approvvigionamento a Salizzole ed in altri comuni della pianura veronese. L’approvvigionamento di tale zona è legata al campo pozzi di Bovolone, al quale il capoluogo di Salizzole è connesso con un’unica condotta. L’infrastruttura è ormai inadeguata ai consumi di punta raggiunti ed è ritenuta la causa principale dei disservizi nella distribuzione idrica della zona.

Già l’anno scorso Acque Veronesi aveva iniziato una serie di interventi presso la centrale idrica di Bovolone, cercando di ottimizzare il collegamento tra le reti idriche dei comuni limitrofi, per aumentare la portata del servizio e assicurare così una migliore stabilità della pressione in rete. Proprio in quest’ottica, la società consortile ha deciso di realizzare una seconda dorsale acquedottistica tra i due comuni. L’opera è stata inserita nel documento di programmazione degli investimenti dell’azienda, denominato Programma degli Interventi 2016-19, approvato lo scorso 30 maggio dall’Assemblea dei Sindaci.

"L’intervento prevede la posa di una nuova linea di diametro 110 mm che prolunga la rete di distribuzione da via Dosso nel Comune di Bovolone sino a Via Stagnadella nel Comune di Salizzole, per una lunghezza complessiva di circa 900 metri - ha commentato Cordioli - Il progetto dell’opera è già pronto e i lavori partiranno nelle prossime settimane, una volta ottenute le necessarie autorizzazioni e approvazioni da parte degli enti interessati. Acque Veronesi proseguirà inoltre gli interventi mirati a potenziare e migliorare tutto il sistema che trae origine dai pozzi di Bovolone. Un’area particolarmente vasta, ove risiedono oltre 74.000 abitanti, con una richiesta complessiva di oltre 5 milioni di metri cubi all’anno".

Proprio nei prossimi giorni inizieranno le operazioni per la realizzazione di un nuovo pozzo nella centrale di Bovolone, per una spesa prevista di circa 90.000 euro. Inoltre, sono in corso di completamento due importanti collegamenti idraulici con Zevio (l’opera costerà 170 mila euro), così da alleggerire il sistema di Bovolone dalle richieste idriche di Ronco all’Adige. Per aumentare l’efficienza è stato infine previsto di potenziare le attività di ricerca delle perdite dalle reti acquedottistiche, investendo in questa zona una fetta importante dei 600.000 euro, originariamente previsti per tutto l’ambito gestionale di Acque Veronesi.

Soddisfazione è stata espressa dal primo cittadino, Mirko Corrà: "Ringrazio i cittadini di Salizzole per la pazienza dimostrata in questi anni. Hanno sempre collaborato con il sottoscritto e con la nostra amministrazione, segnalandoci disagi e disservizi in maniera costruttiva. Ringrazio anche i vertici della società per avere ascoltato ed essere venuti incontro alle esigenze del nostro territorio. Rivolgo infine un invito a quei concittadini che non sempre hanno dimostrato sensibilità e rispetto nei confronti della collettività, esortandoli ad assumere comportamenti consapevoli e responsabili".

Acque Veronesi, impegnata da anni in campagne di sensibilizzazione su un corretto utilizzo della risorsa acqua, raccomanda di evitare sprechi e usi impropri, ricordano alcuni semplici ed efficaci accorgimenti per risparmiarla e razionarla, soprattutto nei periodi estivi: l’utilizzo di appositi frangigetto da montare nei rubinetti, non utilizzare acqua corrente per innaffiare orti e giardini o per pulire l’auto, utilizzare gli elettrodomestici solamente a pieno carico.

Potrebbe interessarti

  • Capelli verdi dopo il bagno in piscina? Ecco le cause e i rimedi fai da te

  • I 7 segreti per un'abbronzatura perfetta anche dopo le vacanze

  • Abito sottoveste: il capo must have che non passa mai di moda

  • Auto: i 7 accessori che non possono mancare per affrontare un lungo viaggio

I più letti della settimana

  • Una meteora solca i cieli di Verona: il video girato a Borgo Trento

  • Jeremy Wade pronto a svelare il mistero di "Bennie", il mostro del lago di Garda

  • Autoarticolato e moto si scontrano in tangenziale: morto un giovane 26enne

  • Turismo a Verona, Tosi: «In calo. L'assessore Briani ammetta le sue colpe»

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 23 al 25 agosto 2019

  • Investe il marito, facendo retromarcia col motoscafo. 53enne in ospedale

Torna su
VeronaSera è in caricamento