Fermato dalla Squadra Mobile, nel minivan nascondeva quasi 50mila euro

Insospettiti da quel Volkswagen Caravelle di colore verde con targa rumena, gli agenti hanno deciso di pedinarlo per un po' e di fermarlo quando si è trovato in prossimità del casello autostradale di Peschiera del Garda

È stato scoperto alla guida di un minivan con una grossa somma di denaro nascosta e gli uomini della sezione Antidroga della Squadra Mobile di Verona lo hanno quindi arrestato con l'accusa di riciclaggio. 

Il personale della Questura stava svolgendo un servizio finalizzato alla repressione del traffico di sostanze stupefacenti, quando ha notato Volkswagen Caravelle di colore verde con targa rumena che ha attirato la loro attenzione. Gli agenti hanno così deciso di pedinare il mezzo per capire quale direzione intendesse prendere, decidendo poi di fermarlo nei pressi del casello autostradale di Peschiera del Garda. 
Alla guida c'era Vasile Paladean, che alla richiesta di mostrare i propri documenti ha subito mostrato alcuni segni di nervosismo e successivamente, con un italiano stentato, ha fatto intendere ai poliziotti di provenire dalla Spagna e di essersi perso. Ma alle stesse domande rivoltegli dai vari operatori ha iniziato a rispondere in maniera sempre diversa ed elusiva, facendo emergere numerose contraddizioni, ed è scatta così un'approfondita perquisizione del veicolo. 
La verifica ha portato alla scoperta, all'interno del minivan, di un doppio fondo dal volume vuoto di circa 10/15 centimetri, ricavato in profondità lungo tutta la scocca del pianale dell’alloggiamento dei sedili centrali del Volkswagen Caravelle e perfettamente nascosto da uno strato di legno e moquette. Dentro gli uomini della Squadra Mobile hanno trovato uno zainetto di colore grigio, contenente la somma complessiva di 49.650 euro, sigillata in più involucri di cellophane trasparente sottovuoto.

Non avendo saputo giustificare la provenienza del denaro, Paladean è stato tratto in arresto per il reato di riciclaggio, mentre soldi e mezzo sono finiti sotto sequestro. Sono tuttora in corso accertamenti finalizzati a verificare la provenienza del denaro, in quanto è opinione degli investigatori ritenere che sia probabile frutto di attività illecite riconducibili al mondo degli stupefacenti.
L’arresto è stato poi convalidato e lo straniero è stato rimesso in libertà.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Parcheggia l'auto e va in fiera a gustarsi un risotto. Al ritorno non trova più due portiere

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 20 al 22 settembre 2019

  • Tocca il cordolo in moto, cade e muore: la stanchezza la possibile causa

  • Sfonda la recinzione stradale con un camion e vola per 7 metri dal ponte di viale delle Nazioni

  • Capelli neri, occhi marrone, Mister Italia 2019 è Rudy El Kholti ed è di Zevio

  • Forti temporali attesi sul Veneto e scatta ancora lo "stato di attenzione"

Torna su
VeronaSera è in caricamento