Si era allontanato dall'assistente sociale, 16enne aiutato dai carabinieri

Il giovane aveva girovagato tra Monteforte d'Alpone e San Bonifacio. I militari lo hanno convinto a salire nella loro auto e lo hanno accompagnato dai genitori

Foto di repertorio

Era sfuggito un attimo al controllo di un assistente sociale a Monteforte d'Alpone e così un 16enne ha girovagato per qualche chilometro fino a San Bonifacio, ieri pomeriggio, 26 aprile, mettendo in agitazione l'assistente sociale e i genitori.

Il ragazzino, in difficoltà, è stato visto da diversi cittadini ed ha accettato l'aiuto dei carabinieri di San Bonifacio. I militari lo hanno convinto a salire in auto con loro e lo hanno portato a casa. E proprio nel momento in cui l'adolescente veniva riconsegnato alla custodia dei genitori, l'assistente sociale si è presentata nella caserma dei carabinieri guidati dal capitano Daniele Bochicchio. La donna è stata subito tranquillizzata, dicendole che il 16enne era stato trovato e trasportato nella sua abitazione.

Potrebbe interessarti

  • Capelli verdi dopo il bagno in piscina? Ecco le cause e i rimedi fai da te

  • La clinica San Francesco riconosciuta dalla regione Veneto come “struttura di riferimento per la chirurgia robotica ortopedica”

  • Mercato immobiliare sul Lago di Garda: Peschiera al primo posto

  • "Benvenuto": il nuovo vademecum su come affrontare i primi due anni del bebè

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 16 al 18 agosto 2019

  • Maestre diplomate ma non laureate, a Verona centinaia rischiano il posto

  • Due persone investite da due diversi treni sulla linea Verona - Brescia

  • Donna fermata mentre va al lavoro da un giovane che le mostra i genitali

  • Prima il boicottaggio, poi la manifestazione contro Polunin in Arena

  • Frontale tra auto sul lago: morta una persona e altre due rimaste ferite

Torna su
VeronaSera è in caricamento