Consigli pratici per consumare meno energia elettrica

Consumare meno per spendere meno: piccoli accorgimenti quotidiani possono fare la differenza a partire dall'utilizzo degli impianti di riscaldamento, l’illuminazione e gli elettrodomestici in generale

Spendere meno in bolletta ma anche abbracciare pratiche più ecocompatibili riducendo i consumi: sono molti i motivi economici ma anche ambientali che possono spingere a cambiare abitudini e stili di vita per utilizzare in modo più efficiente l’energia elettrica.

Piccoli accorgimenti quotidiani possono fare la differenza a partire dall'utilizzo degli impianti di riscaldamento, l’illuminazione e gli elettrodomestici in generale.

Per tagliare i costi della bolletta della luce a volte è sufficiente modificare le abitudini attraverso piccoli gesti e accorgimenti pratici apparentemente banali come dotare la casa di lampadine a basso consumo e a LED che non hanno più i costi esorbitanti di qualche anno fa, evitando inoltre eccessivi livelli di illuminazione.

Altro capitolo importante riguarda l'uso degli elettrodomestici. 

Ad esempio il frigorifero andrebbe regolato per mantenere temperature tra il grado Celsius e i 4°, per il congelatore vanno bene i -18° C ricordando che ogni grado incide del 5% sul consumo. Inoltre è sempre consigliabile collocare il frigorifero nella zona più ventilata della cucina, lasciando uno spazio tra i 10-20 centimetri dal muro. Banale ma sempre utile da ricordare: evitare di aprire troppo spesso lo sportello del frigorifero mentre è consigliabile sbrinare regolarmente il congelatore e sostituire le guarnizioni quando cominciano a deteriorarsi. Mai collocare mai cibi caldi o riempire eccessivamente il frigorifero lasciando sempre spazio per la circolazione dell'aria.

Nell'uso della lavatrice è bene evitare il prelavaggio e preferire programmi veloci e a bassa temperatura. Pulire frequentemente il filtro aiuterà inoltre a non sovraccaricare l'impianto. Consiglibile inoltre evitare il mezzo carico e preferire l'avvio nelle ore serali se è attiva una tariffa bioraria. 

Come nella lavatrice anche per la lavastoviglie è da usare sempre a pieno carico evitando il programma di asciugatura: basta aprire lo sportello alla fine del ciclo e aspettare che la stoviglie si asciughi con l’aria.

Vera e propria sanguisuga è lo scaldabagno elettrico. Per contenere il consumo è consigliabile evitare dispersioni di calore installandolo vicino alla doccia. Verificare inoltre che la temperatura dell'acqua non sia superiore a 60° C. Importante: accenderlo al bisogno: inutile tenerlo acceso tutto il giorno. Bene anche l'applicazione di bocche rompigetto ai rubinetti per risparmiare anche l'acqua. 

Se in casa è presente un climatizzatore evitiamo di tenere una temperatura inferiore di 6° C a quella esterna; è bene usarlo inoltre solo con porte e finestre chiuse ricordando inoltre di mantenere puliti i filtri non solo per la salubrità dell'aria ma anche per una migliore efficienza energetica. 

Ultimo consiglio insieme a quello ormai noti di non lasciare tv e apparecchiature elettroniche in stand-by: cambiare le lampadine con lampade a Led a basso consumo, ora hanno prezzi accessibili e contribuiranno a far crollare i consumi di elettricità.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mercato immobiliare sul Lago di Garda: Peschiera al primo posto

Torna su
VeronaSera è in caricamento