Mercato immobiliare sul Lago di Garda: Peschiera al primo posto

Report a cura dell’Ufficio Studi Gabetti su dati Gabetti, Professionecasa e Grimaldi

Immagine generica

Il mercato delle località monitorate della sponda veneta del Lago di Garda, nell’ultimo anno, è stato caratterizzato da un andamento delle compravendite differenziato a seconda delle località, con una buona tenuta della domanda turistica. 

Le quotazioni sono rimaste complessivamente stabili, con sconti in sede di chiusura delle trattative mediamente intorno al 5% e tempi medi di vendita tra i quattro e i sei mesi per le soluzioni di recente o nuova costruzione.

Per quanto riguarda le specifiche località monitorate, Peschiera del Garda e Lazise si confermano in testa alle preferenze turistiche, con un totale di compravendite di abitazioni che si è attestato rispettivamente a 284 e 147, nel 2018 (dati Agenzia delle Entrate).

La domanda turistica vede prevalere la richiesta di soluzioni in bilocale o trilocale, ville indipendenti o a schiera. In entrambi i casi si prediligono immobili nuovi o recenti, ben posizionati. Non manca una percentuale di acquirenti interessata a soluzioni di pregio sul lungolago, che riscontrano una scarsità di offerta sul mercato, a fronte di valori che dipendono dalla specificità del singolo immobile.

La richiesta turistica prevalente è per Peschiera del Garda, caratterizzata da una buona accessibilità e servita dai principali servizi. Qui le quotazioni per le soluzioni nuove/ristrutturate fronte lago vanno dai 3.000 ai 3.500 euro al mq, mentre siamo tra i 2.000 e i 2.300 euro al mq per le zone interne.

Come commenta Giovanni Pasotto, titolare dell’Agenzia Gabetti di Peschiera del Garda:

Nei primi mesi del 2019 si è registrato un volume di compravendite tendenzialmente stabile rispetto al 2018, in un mercato dove la domanda è stata in crescita e l’offerta si è caratterizzata da soluzioni di qualità. Le zone più richieste dagli acquirenti si confermano principalmente quelle che si affacciano sul Lago, Peschiera del Garda e Lazise in primis. La tipologia maggiormente richiesta è il bilocale e il trilocale sui 60-70 mq per un budget di spesa medio intorno ai 200-300 mila euro. Le caratteristiche di maggiore importanza per gli acquirenti sono state la vista Lago, il comfort abitativo elevato e la classe energetica, gradito anche il posto o box auto. Dal punto di vista della provenienza, gli acquirenti sono stati prevalentemente italiani provenienti soprattutto dal nord e dal centro Italia e tedeschi, belgi, olandesi e svizzeri. Il mercato delle locazioni è risultato molto dinamico; proprio per questo vi è una buona percentuale di richieste di immobili a scopo di investimento per affitti stagionali.

Segue Lazise, che ha valori compresi tra i 3.500 – 3.800 euro al mq per le soluzioni fronte lago e 2.700 – 3.000 euro al mq per le zone interne. In entrambi i casi le soluzioni di pregio vista lago raggiungono valori superiori rispetto alle medie evidenziate.

La zona di Castelnuovo del Garda e limitrofi presenta quotazioni differenti in funzione delle caratteristiche dell’offerta. I valori medi per le soluzioni ristrutturate vista lago vanno dai 1.700 ai 2.200 euro al mq, che scendono a 1.300 – 1.500 euro al mq nelle zone più interne.

Valori similari per le zone interne di Valeggio sul Mincio.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mercato immobiliare sul Lago di Garda: Peschiera al primo posto

  • Arredamento vegano: come arredare la casa in pieno stile "veg"

Torna su
VeronaSera è in caricamento