Un morto nel canale Bussé: si tratta di un 46enne residente a Legnago

Il macabro ritrovamento è avvenuto questa mattina, sabato 21 novembre, da parte di un passante verso le ore 8:30. Una volta avvertite le forze dell'ordine, è subito scattato l'allarme e le conseguenti procedure per il recupero del corpo

Immagine di repertorio

L'episodio risale alla mattina di oggi sabato 21 novembre, quando verso le ore 8:30 un passante ha visto gallegiare nelle acque del Bussé un cadavere. Il corso d'acqua che unisce Legnago ad Angiari scorre al fianco della strada provinciale e di una pista ciclabile annessa. Anche per questo le ipotesi al momento sono tutte in corso d'accertamento: potrebbe essersi trattato di un incidente, una svista, una perdita di equilibrio, oppure di un gesto estremo o un malore improvviso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il passante reduce dalla spiacevole scoperta, così come riferisce l'Arena, si è subito precipitato alla vicina caserma della Polizia di via del Pontiere, raccontando quanto aveva visto e facendo così scattare le operazioni per il recupero del corpo. Il cadavere che è stato recuperato dai sommozzatori dei Vigili del Fuoco di Venezia è di un 46enne che viveva a Legnago. Sul posto sono giunti anche gli Agenti della Polizia Stradale, oltre ai Vigili del Fuoco, i Carabinieri di Legnago e i mezzi del 118.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma familiare a Bardolino: «Vado al porto per farla finita», il biglietto trovato dal figlio 

  • Sotto le vigne della Valpolicella a Negrar emerge un vero tesoro archeologico

  • Tragico incidente tra scooter e autocarro: morta una donna di 43 anni

  • Indagine nazionale di sieroprevalenza al coronavirus: ecco i Comuni veronesi coinvolti

  • In vigore la nuova ordinanza di Zaia e per la prima volta si parla di sagre e discoteche

  • Via libera a circoli culturali, baite alpini e parchi divertimento: ma quando riapre Gardaland?

Torna su
VeronaSera è in caricamento