Stretta contro i furbetti Ztl, il sarcasmo di D'Arienzo e il plauso dei residenti

Parla di «centro colabrodo» il senatore Pd, mentre dall'associazione VeroCentro arriva il plauso all'amministrazione: «Coerente con il programma di rendere Verona più vivibile»

segnaletica e telecamere Ztl a Verona - immagine d'archivio

«Il Comune di Verona si è finalmente accorto che centinaia di veronesi entrano a piacere con la propria auto nella zona a traffico limitato». Usa toni sarcastici il senatore veronese Vincenzo D'Arienzo che sul tema Ztl e connesse infrazioni non ha mancato di bacchettare anche l'amministrazione Sboarina: «Dopo anni che il sistema telecamere è in funzione e dopo tante deroghe concesse, - ha aggiunto D'Arienzo - sono ancora molti gli automobilisti che non rispettano gli orari in uscita della Ztl.  E ciò accade non solo nel fine settimana. Tutti i giorni, sono centinaia le violazioni alla regola. Il centro è un colabrodo. A questo punto, - ha concluso il senatori Pd - o si tolgono le telecamere o si fa in modo che le regole siano rispettate, a tutela del centro storico e di vi risiede».

La linea dell'amministrazione parrebbe essere appunto quella del "far rispettare le regole", e in questa direzione dovrebbe andare un provvedimento come quello dell'attivazione, a partire da venerdì 1 febbraio,  delle tre telecamere ai varchi di uscita della Ztl, per sanzionare gli automobilisti privi di permesso che non rispettano le fasce orarie. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al riguardo, un plauso all'amministrazione comunale è arrivato dall'Associazione VeroCentro: «Il regolamento sulla Ztl c’era già e c’è tuttora, l’amministrazione comunale come è suo dovere finalmente e meritoriamente lo fa rispettare. - hanno scritto in una nota i componenti dell'associazione - Inoltre l'illegalità ha negli anni portato ad un caos di furgoni e auto in centro che, è sotto gli occhi di tutti, danneggia residenti, attività, visitatori. Con l’introduzione della Ztl c’era chi aveva previsto la morte del centro storico. Tutto al contrario la riduzione delle auto ha portato a un record di afflusso turistico. Plauso all’Amministrazione che è coerente con il programma di rendere Verona più vivibile. "Mobility Day" e tale attesa applicazione del regolamento della ZTL vanno in questa direzione.».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come si è sviluppato il nuovo focolaio in Veneto che tocca da vicino anche Verona?

  • Nuovo focolaio di Covid-19 nel Vicentino, al confine con Verona e Padova

  • Auto in fiamme dopo lo scontro con un autocarro: morta una donna

  • Maltempo atteso a Verona: il Comune invita i cittadini a limitare gli spostamenti

  • Morto in A22 a 37 anni: scoppiate le gomme posteriori, il furgone è diventato incontrollabile

  • Coronavirus: in Veneto nuovi casi positivi e ricoveri, 4 morti di cui 3 sono a Verona

Torna su
VeronaSera è in caricamento