Una cordata di comuni veronesi si schiera a tutela della pesca locale

Bussolengo, Castelnuovo , Sommacampagna, Sona, Valeggio sul Mincio, Villafranca e ora anche Verona, fanno squadra per salvaguardare e tutelare una produzione che, negli ultimi anni, è stata penalizzata dalla crisi e dai mercati esteri aggressivi

Immagine generica

Sana, buona, sostenibile ma soprattutto locale. È la pesca, il dissetante frutto estivo di cui il territorio veronese è un importante produttore.

Per valorizzarla al meglio, rilanciandone le vendite tra il pubblico locale ma anche quello turistico, è attiva da qualche anno una cordata di Comuni della provincia, quest’anno affiancata anche dal capoluogo veronese.

Bussolengo, Castelnuovo del Garda, Sommacampagna, Sona, Valeggio sul Mincio e Villafranca, fanno squadra per salvaguardare e tutelare una produzione che, negli ultimi anni, è stata penalizzata dalla crisi e dai mercati esteri aggressivi.

Molteplici le iniziative già realizzate a tema, nei ristoranti tipici come nei mercati rionali, nelle fiere di paese come negli eventi turistici sul lago.

Per un momento di approfondimento, rivolto agli addetti ai lavori ma aperto a tutta la cittadinanza, venerdì 31 maggio è in programma un convegno in Gran Guardia.
Durante l’incontro saranno fornite delle nozioni storiche e delle informazioni tecniche sul tipo di agricoltura, con la proposta di possibili sviluppi commerciali e produttivi di questo prodotto.

L’iniziativa è stata presentata mecoledì mattina in municipio dal consigliere delegato all’Agricoltura Daniele Perbellini, insieme agli assessori al Commercio Niccolò Zavarise e al Bilancio Francesca Toffali.
Alla conferenza hanno partecipato gli organizzatori del convegno e alcuni dei relatori e i rappresentanti di alcuni Comuni inseriti nel progetto: il prof. Luigi Tacconi, Lorenzo Tosi di Agrea, gli assessori all’Agricoltura del Comune di Sommacampagna Giandomenico Allegri e di Sona Elena Catalano, la nutrizionista Sara Cavaliere, Debora Viviani dell’Università di Verona, la vice presidente di Coldiretti Verona Franca Castellani.

«Per la prima volta il Comune di Verona scende in campo a sostegno di questo importante progetto di promozione e tutela della pèsca – ha detto Perbellini -, segno dell’attenzione verso il comparto agricolo e l’importanza che riveste per l’economia locale». 

«Un’azione dovuta – ha aggiunto l’assessore Zavarise -, che si inserisce nelle numerose attività ed iniziativa promosse dall’Amministrazione per valorizzare il territorio e i prodotti tipici».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Non solo questa Amministrazione ha previsto, per la prima volta, una delega specifica all’Agricoltura, ma l’ha anche dotata di risorse, fondamentali per poter intervenire concretamente su determinati temi», ha concluso l’assessore Toffali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sotto le vigne della Valpolicella a Negrar emerge un vero tesoro archeologico

  • Ricercato in tutta Europa, viene scoperto ed arrestato dai carabinieri di Legnago

  • Movida in Erbe a Verona: immagini denuncia sui social (e le webcam registrano tutto)

  • Tragico incidente tra scooter e autocarro: morta una donna di 43 anni

  • Indagine nazionale di sieroprevalenza al coronavirus: ecco i Comuni veronesi coinvolti

  • In vigore la nuova ordinanza di Zaia e per la prima volta si parla di sagre e discoteche

Torna su
VeronaSera è in caricamento