La visione degli studenti sulla città del domani all'interno di To Be Verona

Il forum in programma sabato si propone di promuovere la crescita del territorio veronese puntando sullo sviluppo di idee innovative e passando attraverso l'informazione e la formazione dei giovani

Si intitola «Disruptive learning» ed è dedicata alla formazione e alla connessione tra aziende e mondo della scuola. È la quarta edizione di To Be Verona in programma sabato 20 ottobre, a partire dalle 9, in Gran Guardia.

Il forum è nato da un progetto dell'associazione tra imprenditori e professionisti (Assimp) e si propone di promuovere la crescita del territorio veronese puntando sullo sviluppo di idee innovative e passando attraverso l'informazione e la formazione dei giovani, degli adulti e delle aziende.

To Be Verona - ha sottolineato l'assessore alla cultura Francesca Briani - è diventato un aggregatore di eccellenze del territorio veronese impegnate nella formazione, perché ha compreso che le grandi sfide del futuro si giocheranno sulle competenze. Al centro del dibatto ci sarà l'innovazione con l'obiettivo di fornire ai giovani le capacità necessarie per cogliere le opportunità lavorative di domani.

To Be Verona prevede due momenti: nella prima parte si svolgerà la presentazione del tema e dei progetti più innovativi che sono presenti a livello internazionale, nazionale e locale; nella seconda, invece, i giovani saranno i veri protagonisti. Infatti, attraverso l’attività svolta da gruppi di lavoro guidati da esperti della formazione potranno esprimere la loro visione del futuro, le speranze, i dubbi e le aspirazioni. «Crediamo - ha detto Mauro Galbusera, presidente di Assimp - che Verona abbia grandi potenzialità ancora inespresse e che attraverso questi progetti si possano cogliere le grandi opportunità messe a disposizione dall’innovazione».

Le aree affrontate dal forum saranno tre: lo sviluppo di competenze e inclinazioni per chi deve entrare nel mondo del lavoro; la formazione permanente rivolta gli adulti; i programmi di accelerazione dedicati alla crescita delle aziende.

Il primo appuntamento, riservato agli studenti di 11 istituti veronesi, sarà l'hackathon che si terrà, domani 17 ottobre, all'istituto San Zeno. Gli 80 ragazzi partecipanti lavoreranno, a gruppi, per presentare la loro visione della Verona di domani. I tre migliori progetti saranno presentati sabato in Gran Guardia. La giornata inizierà alle 8.30 con la presentazione delle attività ed un'introduzione al tema. A seguire, i ragazzi saranno ispirati dagli interventi di Cristina Pozzi, Andrea Dusi e Hady Ghassabian.

Alla presentazione di oggi di To Be Verona hanno partecipato anche Mario Pezzotti delegato alla ricerca dell'università di Verona, Antonello Vedovato presidente di Fondazione Edulife, Elisabetta de Strobel project manager di To Be Verona, Massimo Andriolo partner di Ixl-Center Boston, Stefano Quaglia della commissione scuola-lavoro di Assimp e Paolo Smizzer del Banco Bpm.

Presentazione_To_Be_Verona-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va allo Spi per un controllo: 70enne scopre che l'inps gli deve quasi 37 mila euro

  • Auto con tre giovani a bordo finisce fuori strada e contro un albero: tutti morti sul colpo

  • Due nuove destinazioni dall'aeroporto Catullo di Verona per chi vola con easyJet

  • Luca, Francesca e Chiara: i tre giovani morti nell'incidente di Bonavigo

  • Illasi, non digerisce un commento negativo della suocera e l'accoltella

  • Non ce l'ha fatta il 41enne coinvolto in uno scontro frontale a Isola della Scala

Torna su
VeronaSera è in caricamento