Terremoto nella Bassa Veronese: registrate tre scosse ravvicinate

L'INGV ha segnalato gli epicentri vicino a Bovolone e San Pietro di Morubio: gli episodi però non avrebbero procurato problemi o particolari preoccupazioni

Il punto in cui l'INGV ha registrato gli epicentri della prima e della terza scossa

Tre scosse di terremoto sono state registrate nella Bassa Veronese nel tardo pomeriggio di mercoledì, ma non ci sarebbero stati danni o momenti di particolare apprensione. 
Come indica il sito dell'INGV (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia), la prima, la più forte, si è verificata a 5 chilometri da Bovolone alle 17:06:48, ad una profondità di 20 chilometri e con una magnitudo di 2.7. 
Pochi istanti dopo, alle 17:07:39, la seconda ha avuto luogo a 4 chilometri da San Pietro di Morubio, alla medesima profondità ma con una magnitudo di 2.2. 
La terza ed ultima scossa è stata invece registrata alle 17:09:53 alle stesse coordinate della prima, ma con una magnitudo di 2.0 e ad una profondità di 17 chilometri. 
Il terremoto però non sarebbe stato avvertito dalla popolazione: i vigili del fuoco infatti hanno fatto sapere che nessuna chiamata è giunta al loro centralino. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arriva il maltempo in Veneto, pioggia e neve: "Stato di attenzione" della protezione civile

  • Omicidio a Verona: ammazza una 51enne e confessa due giorni dopo

  • Persona investita da un'auto, trasportata d'urgenza in ospedale: è grave

  • Ladri acrobati si arrampicano fino al quinto piano e svaligiano l'appartamento

  • Braccato dai carabinieri per il tentato omicidio della fidanzata, si dà fuoco

  • Due semafori abbattuti da auto: sanzionati un uomo e neopatentata positiva all’etilometro

Torna su
VeronaSera è in caricamento