Mimmo Lucano a Verona, tra contestazione e difesa del modello Riace

L'ex sindaco del comune calabrese sarà ospite insieme a padre Alex Zanotelli di una serata promossa da Fondazione Nigrizia, Centro missionario diocesano, Combonifem e Cestim nella parrocchia di San Nicolò all'Arena

Mimmo Lucano (a sinistra) con Alex Zanotelli (al centro)

«Accoglienza che rigenera. L'esperienza di Riace». È questo il tema del secondo appuntamento dei «Martedì del mondo», ciclo di incontri e dibattiti promosso da Fondazione Nigrizia, Centro missionario diocesano, Combonifem e Cestim. L'evento è in programma domani, 5 febbraio, alle 20.30 nella parrocchia di San Nicolò all'Arena, in piazza San Nicolò a Verona, e avrà due ospiti importanti come Mimmo Lucano, ex sindaco di Riace e padre Alex Zanotelli.

L'argomento della serata è estremamente delicato e rischia di creare anche delle tensioni in citta. Forza Nuova ha, infatti, annunciato che parteciperà con una delegazione formata anche dal segretario provinciale Pietro Amedeo, il dirigente nazionale Luca Castellini. «Il nostro obiettivo - ha dichiarato Amedeo - è contestare un modello che è stato sconfessato dalla realtà prima ancora che dalla magistratura, la politica del buonismo che maschera in realtà una vera e propria sostituzione etnica, che in Riace ha visto un eccellente "modello-scuola"».

Una posizione critica, quella di Forza Nuova, che invece viene difesa dagli attivisti e dalle attiviste veronesi di Assemblea 17 dicembre. Anche loro hanno dichiarato che saranno presenti domani sera nella parrocchia di San Nicolo. «Non permetteremo che alcun tipo di provocazione o atto intimidatorio sia portato avanti in quel contesto - fa sapere Assemblea 17 dicembre - Attraverso un sistema di accoglienza diffusa, Lucano e i molti solidali che lo hanno circondato, sono stati in grado di offrire ai migranti arrivati percorsi autonomi di inserimento abitativo, sociale, lavorativo. Allo stesso tempo combattendo sprechi di denaro pubblico e la presenza della criminalità organizzata nel business dell'accoglienza straordinaria, ripopolando uno dei tanti borghi abbandonati d'Italia e dando nuova vita al territorio. Riace va criminalizzata perché funziona. Perché fa saltare la logica della guerra tra poveri. La nostra solidarietà è quella di chi cammina insieme, fianco a fianco, per rendere questo mondo migliore, per portarvi un po' di giustizia».

Potrebbe interessarti

  • Piscina interrata: ecco la guida che vi svelerà tempi e costi

  • Da borgo Roma parte l'approccio multidisciplinare ai disturbi motori funzionali

  • Labbra sensuali e carnose: ecco i rimedi naturali per un super effetto volume

  • Smagliature addio: cause e rimedi per eliminarle

I più letti della settimana

  • Tragedia nel Veronese: muore dopo un incidente stradale in scooter

  • Spari e paura a Santa Lucia: 41enne in rianimazione, fermato un uomo

  • Cade dalla bici dopo essere arrivato al lavoro e muore davanti al padre

  • Poiano, uomo perde le vita in via Fincato nello scontro tra un'auto e una moto

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 14 al 16 giugno

  • Mamma dimentica le chiavi: bimbo di un solo anno resta chiuso in auto

Torna su
VeronaSera è in caricamento