Spending review in Agsm, tra il 2017 e il 2018 tagli per oltre tre milioni

Consistenti le riduzioni di spesa per sponsorizzazioni, liberalità e spese pubblicitarie. Complessivamente, per queste voci, sono stati deliberati progetti e programmi per 1,131 milioni di euro, -76,6% rispetto all'anno prima

Michele Croce mostra i tagli effettuati in Agsm (Fermo immagine - video Facebook)

Il consiglio di amministrazione di Agsm Verona ha presentato ieri, 21 gennaio, i dati sulla revisione di spesa (spending review) attuata nel 2018, la quale ha portato a consistenti riduzioni per sponsorizzazioni, liberalità e spese pubblicitarie. Complessivamente, per queste voci, sono stati deliberati progetti e programmi per 1,131 milioni di euro, con una contrazione del 76,6% rispetto ai 4,261 milioni di euro deliberati nel 2017.
In termini monetari, si è trattato di un risparmio di 3,129 milioni di euro.

Avevamo promesso che avremmo fatto ordine - sottolinea Michele Croce, presidente di Agsm Verona - ed è quello che abbiamo fatto, cercando di coniugare la razionalizzazione necessaria con la qualità degli interventi che abbiamo deciso di sostenere. Va sottolineato come il supporto di Agsm Verona sia indispensabile per il proseguimento delle attività di centinaia di associazioni veronesi, associazioni che si occupano di formazione dei nostri ragazzi, di assistenza ai nostri anziani, di mantenimento delle tradizioni, di inserimento dei nostri concittadini con disabilità, di promozione della cultura e di tutela del patrimonio.
Cito, a mero titolo di esempio, i novemila giovani atleti veronesi che sosteniamo, milleduecento dei quali con disabilità, e i quasi duemila agenti delle forze di polizia che abbiamo addestrato ed abilitato all'uso dei defribillatori.
L'attuale cda si è dunque mosso nel rispetto delle sue promesse d'inizio mandato prestando attenzione ai bisogni dei veronesi meno fortunati. Il peso degli interventi sul terzo settore, nell'ultimo anno, è quasi triplicato passando dal 5 al 12% dell'investimento complessivo. È cresciuto l'impegno verso la cultura (dall’8 al 12% ) così come quello per lo sport dove è stato scelto di privilegiare le realtà dilettantistiche che sono quotidianamente a fianco delle nostre famiglie, riducendo il sostegno alle società professionistiche».

Nel dettaglio, le spese per le sponsorizzazioni sono scese del 76,9% (passando dagli oltre 3,7 milioni del 2017 ai circa 850mila euro del 2018), nelle liberalità deliberate la riduzione di spesa è stata del 47,4% (da circa 323mila euro nel 2017 ai 170mila nel 2018), e la spesa per le pubblicità è scesa del 46,1% (207mila euro nel 2017, 111mila euro nel 2018).

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Gemellaggio Verona-Hangzhou, lo scambio dell'atto. Sboarina: «Noi eredi di Marco Polo»

  • Cronaca

    Chiodi e puntine da disegno sulla pista ciclabile e gita rovinata: l'ira dei ciclisti

  • Attualità

    Bandiera San Marco in piazza Erbe. Lega, dalla lingua veneta a scuola verso il "Batar Marso"

  • WeekEnd

    Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 22 al 24 marzo 2019

I più letti della settimana

  • A sbattere contro un'auto, morto giovane motociclista a Caprino Veronese

  • Ragazze violentate da una coppia veronese: inchiodati dai filmati del cellulare

  • Atterraggio di emergenza a Londra per un Airbus decollato da Verona

  • Verona fortunata al SuperEnalotto: giocata una schedina da 40 mila euro

  • Da una lite familiare spuntano 85 mila euro, droga e orologi: un arresto

  • Trovato a vendere cocaina, viene arrestato e si giustifica: «Sono senza lavoro»

Torna su
VeronaSera è in caricamento