Quasi 4 milioni di euro a sostegno delle ricerche dell'Università di Verona

Sono soldi in arrivo dal Miur. Grazie ad un bando per progetti di rilevante interesse nazionale (Prin), saranno finanziati 35 ricerche dell'ateneo scaligero

(Foto di repertorio)

Sono in arrivo dal Ministero dell'istruzione, università e ricerca (Miur) quasi 4 milioni di euro a sostegno dell'università di Verona. Grazie al bando Prin 2017, saranno finanziati 35 progetti dell'ateneo scaligero; progetti di rilevante interesse nazionale e destinati alla ricerca e al rafforzamento delle basi scientifiche del nostro Paese.

Sono 7 le ricerche finanziate al dipartimento di Biotecnologie che otterrà quasi 1 milione di euro, 6 quelle del dipartimento di Culture e Civiltà sostenuto con oltre 530mila euro, 6 a Medicina con più di 800mila euro, 4 al dipartimento di Informatica per un importo di 450mila euro, 4 i progetti di Neuroscienze, Biomedicina e Movimento cui saranno destinati 420mila euro, 3 di Lingue e Letterature straniere sostenuti con più di 400mila euro, 2 i progetti di Scienze economiche sostenuti con un importo di 11mila euro, 2 di Scienze umane che otterrà circa 200mila euro e uno del dipartimento di Scienze giuridiche con un finanziamento di quasi 100mila euro.
Verona avrà il coordinamento nazionale di 10 progetti mentre per gli altri 25 sarà responsabile di unità operativa in collaborazione con altre università ed enti di ricerca italiani.

I risultati conseguiti dal nostro ateneo in termini di finanziamenti di progetti di rilevante interesse nazionale (Prin) messi a bando dal Miur sono lusinghieri e confermano la validità dei gruppi di ricerca presenti nei dipartimenti universitari - ha commentato il rettore Nicola Sartor - Il tasso di successo è superiore alla media nazionale e i progetti finanziati riguardano tutte le macro-aree in cui si articola l'ateneo. Sono sicuro che questi finanziamenti contribuiranno a sviluppare ulteriormente la ricerca fondamentale, generando nei prossimi anni ricadute positive anche sulla ricerca applicata.

Il programma Prin è destinato al finanziamento di progetti di ricerca pubblica, allo scopo di favorire il rafforzamento delle basi scientifiche nazionali e rendere più efficace la partecipazione alle iniziative relative ai Programmi Quadro dell'Unione Europea. Il meccanismo di assegnazione dei fondi del Miur è basato su precisi principi guida: l’alto profilo scientifico del coordinatore nazionale e dei responsabili di unità operativa; l'originalità, adeguata metodologia, impatto e fattibilità del progetto di ricerca; la finanziabilità dei progetti in ogni campo di ricerca; un adeguato sostegno finanziario garantito dal Miur. Il programma si articola in tre linee d’intervento, quella principale su cui sono stati presentati 3.477 progetti per una dotazione di 305 milioni, quella dedicata ai giovani con 422 progetti presentati per 22 milioni di euro di finanziamento e quella dedicata al sud con 653 progetti per uno stanziamento di 64 milioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: l'Esu di Verona chiude «aule studio, ristoranti e zone pertinenti»

  • Coronavirus. Dopo il chiarimento della Regione, ecco cosa è ammesso a Verona e cosa no

  • Incidente e incendio, un camion va a fuoco: traffico in tilt sulla tangenziale sud

  • Musicista torna in Molise da Verona: «Per il coronavirus, prevenzione bassa»

  • Lessinia e Valpantena, ci sono offerte di lavoro ma sono senza risposta

  • Auto si schianta contro un tir sulla A22: perde la vita un uomo di 53 anni

Torna su
VeronaSera è in caricamento