Alta Velocità, anche i Sì Tav veneti scenderanno in piazza a Torino

Nuova manifestazione in piazza Castello per chiedere al governo che sblocchi i cantieri per l'Alta Velocità, compreso quello della Brescia-Verona

Sì Tav in piazza a Verona (Foto di repertorio)

Dopo la prima, quella che ha dato il via a tutte le altre manifestazioni di cittadini a favore dell'Alta Velocità, i Sì Tav torneranno in piazza Castello a Torino e lo faranno questo sabato, 12 gennaio, alle 11.30. E questa volta nel capoluogo piemontese ci sarà anche il Cif (Comitato Infrastrutture Veneto), formato da ventidue associazioni venete favorevoli alla creazione di ferrovie ad alta velocità.

Questi sono giorni delicati sulla questione Tav in Italia. È stata infatti consegnata al ministro delle infrastrutture Danilo Toninelli l'analisi costi-benefici sui progetti di Alta Velocità. Ma i cittadini che vogliono che i cantieri procedano e portino a termine i lavori sulla Brescia-Verona chiedono che non ci siano più rinvii da parte del governo di Roma. «L'Italia e il Veneto non possono più aspettare. Chiediamo con sollecitudine di sbloccare al più presto lo stallo in cui versano il Paese e soprattutto il Veneto, per dare alle imprese gli strumenti per essere competitivi e rilanciare l'economia e lo sviluppo, scrivono i Sì Tav veneti che sabato parteciperanno alla manifestazione di Torino.

I No Tav, comunque, sognano che con un'analisi costi-benefici negativa questo 2019 possa essere l'anno giusto per lo stop definitivo all'Alta Velocità. Nel frattempo, Dario Ballotta, presidente dell'Onlit (Osservatorio Nazionale Liberalizzazioni Infrastrutture e Trasporti) sulla Brescia-Verona ha dichiarato: «Il progetto è vecchio di 20 anni e non prevede una fermata sul Garda, uno dei più importanti bacini turistici italiani, un gravissimo errore che si può correggere adesso, prima dell’avvio dei lavori».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dall'8 all'11 novembre 2019

  • Con il dottor Claudio Zorzi dell'ospedale di Negrar l'Ortopedia veronese ai vertici in Italia

  • Signora arrestata per furto di profumi nel centro commerciale "Porte dell’Adige"

  • Accoltellamento a Verona, un uomo in ospedale: caccia agli aggressori

  • Operato a Verona, un paziente ringrazia: «Ho finalmente rivisto la luce»

  • Caso Balotelli, la Curva Sud dell'Hellas Verona risponde con ironia

Torna su
VeronaSera è in caricamento