Il ballerino Sergei Polunin sugli spalti per "La Traviata": «Il mio Romeo ispirato da Zeffirelli»

«Spero che la città sia orgogliosa di ospitare il nostro spettacolo "Romeo & Giulietta"», ha dichiarato il ballerino Sergei Polunin in visita a Verona per assistere a "La Traviata"

Il ballerino Sergei Polunin - fonte Festival della Bellezza, ph Fabio Benato

Sergei Polunin è stato ospite ieri, venerdì 21 giugno, a Verona per assistere in Arena alla prima de “La Traviata”, ultimo lavoro firmato da Franco Zeffirelli, da poco scomparso. Viaggia sul filo dell’arte, quella della danza e del cinema, la connessione tra il ballerino Sergei Polunin e il regista Franco Zeffirelli, attraverso una delle più grandi storie mai narrate e una città tra le più belle al mondo. 

La tragedia di Romeo e Giulietta, che ha in Verona il suo magico palcoscenico, ha trovato forma visiva nel 1968 attraverso l’omonimo film di Zeffirelli, una delle trasposizioni più fedeli e acclamate dell'opera shakespeariana. Immagini di amore e dramma, che si fanno danza e musica nel balletto musicato da Prokofiev, di cui Polunin sarà protagonista il prossimo 26 agostoper la prima mondiale all’Arena di Verona con coreografie di Johan Kobborg nell'ambito del "Festival della Bellezza".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Videointervista a Sergei Polunin e al coreografo Johan Kobborg (qui la traduzione)

Ed è proprio in Arena che ieri è andata in scena la prima de "La Traviata", ultimo lavoro diretto da uno dei più celebri registi italiani, scomparso da poco. Un luogo iconico e un maestro del cinema, che trovano un punto di contatto nell’arte di Sergei Polunin, interprete della bellezza della danza e di un’opera immortale.

«Zeffirelli è stato uno dei più grandi registi italiani, - ha detto Sergei Polunin ricordando l’artista scomparso - sono contento di essere a Verona per assistere a "La Traviata" per la prima volta e celebrare un regista leggendario. Sono affascinato dal cinema e guarderò il suo film (Romeo e Giulietta, 1968 ndrper farmi ispirare».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Mi rende felice poter danzare sul palcoscenico dell’Arena, - ha quindi aggiunto la "rockstar sulle punte" Sergei Polunin - un luogo meraviglioso, spero che la città sia orgogliosa di ospitare il nostro spettacolo "Romeo & Giulietta". Romeo è un personaggio non solo romantico, ma soprattutto passionale, vivace: cercherò di interpretarlo con questo spirito, e farlo a Verona lo rende una grande emozione».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La curva non scende, aumentano i malati di coronavirus a Verona

  • A Verona 5 nuovi morti positivi al coronavirus: crescono a 514 i ricoveri, di cui 103 in intensiva 

  • Tre nuovi morti positivi al coronavirus a Verona: toccata quota 100 ricoveri in intensiva

  • Altri 81 casi positivi al coronavirus nel Veronese, sono saliti a 1.228

  • «Focolaio di Coronavirus nel carcere di Verona: una quindicina di agenti positivi»

  • In Veneto 125 minorenni positivi al coronavirus, 18 sono veronesi

Torna su
VeronaSera è in caricamento