«Attento all'eterno ebreo», scritte antisemite su un muro del Polo Zanotto

Sono state presto cancellate, ma una foto è rimbalzata sui social network. Il rettore Nicola Sartor insieme ai rappresentanti degli studenti le ha condannate

(Fonte foto: Facebook - Veronetta Centoventinove)

Una stella di Davide, la scritta «Attento all'eterno ebreo» e poi una farneticante lista di problemi e crimini (dalla crisi economica alla pedofilia) di cui gli ebrei sarebbero responsabili. Parole assurde scritte giovedì scorso, 14 marzo, sul muro di un bagno del Polo Zanotto dell'Università di Verona.
La foto-denuncia su Facebook è stata pubblicata venerdì dall'associazione culturale Veronetta129 che ha commentato: «Riteniamo inaccettabile che nel 2019 ci siano ancora simili manifestazioni di intolleranza». Una foto che è rimbalzata sui social, scatenando una diffusa indignazione.

Le scritte antisemite sono state presto cancellate e il rettore Nicola Sartor insieme ai rappresentanti degli studenti le ha condannate. L'Università si impegnerà ad evitare che simili fatti si ripetano, anche se fortunamente si tratta di casi isolati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: l'Esu di Verona chiude «aule studio, ristoranti e zone pertinenti»

  • Morto a 53anni sulla A22: forse un colpo di sonno la causa dello schianto

  • Coronavirus. Dopo il chiarimento della Regione, ecco cosa è ammesso a Verona e cosa no

  • Musicista torna in Molise da Verona: «Per il coronavirus, prevenzione bassa»

  • Lessinia e Valpantena, ci sono offerte di lavoro ma sono senza risposta

  • Auto si schianta contro un tir sulla A22: perde la vita un uomo di 53 anni

Torna su
VeronaSera è in caricamento