Prostituzione, commissione regionale favorevole alla regolamentazione

Mentre il vicepremier Salvini ribadisce di voler riaprire le case chiuse, ma poi frena («Non è nel contratto di governo»), il consigliere regionale Antonio Guadagnini porta avanti la sua proposta di legge

Foto di repertorio

«Ero e continuo a essere favorevole alla riapertura delle case chiuse. Non c'è nel contratto di governo, perché i Cinque Stelle non la pensano così». Il vicepremier Matteo Salvini ha risposto ad una domanda specifica con queste parole riportate da Ansa, mentre si trovava alla cerimonia di consegna di Costa Venezia, a Monfalcone. Sul tema, però, Salvini non ha voluto insistere, ribadendo che prima ci sono altri problemi da risolvere, e poi si potrà pensare alla riapertura delle case chiuse, guardando al modello austriaco, ritenuto il migliore dal leader leghista.

Più deciso di Matteo Salvini è il consigliere regionale veneto Antonio Guadagnini, di Siamo Veneto. Guadagnini ha avanzato una proposta di legge per disciplinare la prostituzione, proposta che intanto ha ottenuto il parere favorevole della quinta commissione del Veneto.

Credo sia doveroso proporre soluzioni concrete a questo problema, che la legge Merlin ha solo aggravato - ha detto Guadagnini - La mia proposta tiene conto della giurisprudenza ormai consolidata della Corte di Cassazione, la quale ha affermato che chi esercita questo lavoro è un "libero professionista", il quale ha diritto a ricevere un giusto compenso, e dovrebbe avere sempre diritto ad emettere fattura con partita Iva; essa inoltre afferma che affittare o cedere un appartamento per uso di prostituzione, entro certi limiti, non dovrebbe considerarsi favoreggiamento della prostituzione. Si stima che oggi la prostituzione generi in Italia un notevole indotto: 9 milioni di clienti, 5 miliardi di euro il giro d’affari stimato, sottratto all'imposizione fiscale. Anche da questo punto di vista, la legge Merlin è un totale fallimento: essa, nei fatti, ha prodotto un gigantesco giro d'affari illecito, sottratto al fisco. La legge da me proposta prevede poi il rispetto di stringenti norme sanitarie e un consistente inasprimento delle pene per lo sfruttamento.

Potrebbe interessarti

  • Da borgo Roma parte l'approccio multidisciplinare ai disturbi motori funzionali

  • Labbra sensuali e carnose: ecco i rimedi naturali per un super effetto volume

  • Piscina interrata: ecco la guida che vi svelerà tempi e costi

  • Smagliature addio: cause e rimedi per eliminarle

I più letti della settimana

  • Rimasto schiacciato sotto il trattore, non c'è stato nulla da fare per il 59enne

  • Tragedia nel Veronese: muore dopo un incidente stradale in scooter

  • Spari e paura a Santa Lucia: 41enne in rianimazione, fermato un uomo

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 14 al 16 giugno

  • Poiano, uomo perde le vita in via Fincato nello scontro tra un'auto e una moto

  • Mamma dimentica le chiavi: bimbo di un solo anno resta chiuso in auto

Torna su
VeronaSera è in caricamento