Prostituzione, commissione regionale favorevole alla regolamentazione

Mentre il vicepremier Salvini ribadisce di voler riaprire le case chiuse, ma poi frena («Non è nel contratto di governo»), il consigliere regionale Antonio Guadagnini porta avanti la sua proposta di legge

Foto di repertorio

«Ero e continuo a essere favorevole alla riapertura delle case chiuse. Non c'è nel contratto di governo, perché i Cinque Stelle non la pensano così». Il vicepremier Matteo Salvini ha risposto ad una domanda specifica con queste parole riportate da Ansa, mentre si trovava alla cerimonia di consegna di Costa Venezia, a Monfalcone. Sul tema, però, Salvini non ha voluto insistere, ribadendo che prima ci sono altri problemi da risolvere, e poi si potrà pensare alla riapertura delle case chiuse, guardando al modello austriaco, ritenuto il migliore dal leader leghista.

Più deciso di Matteo Salvini è il consigliere regionale veneto Antonio Guadagnini, di Siamo Veneto. Guadagnini ha avanzato una proposta di legge per disciplinare la prostituzione, proposta che intanto ha ottenuto il parere favorevole della quinta commissione del Veneto.

Credo sia doveroso proporre soluzioni concrete a questo problema, che la legge Merlin ha solo aggravato - ha detto Guadagnini - La mia proposta tiene conto della giurisprudenza ormai consolidata della Corte di Cassazione, la quale ha affermato che chi esercita questo lavoro è un "libero professionista", il quale ha diritto a ricevere un giusto compenso, e dovrebbe avere sempre diritto ad emettere fattura con partita Iva; essa inoltre afferma che affittare o cedere un appartamento per uso di prostituzione, entro certi limiti, non dovrebbe considerarsi favoreggiamento della prostituzione. Si stima che oggi la prostituzione generi in Italia un notevole indotto: 9 milioni di clienti, 5 miliardi di euro il giro d’affari stimato, sottratto all'imposizione fiscale. Anche da questo punto di vista, la legge Merlin è un totale fallimento: essa, nei fatti, ha prodotto un gigantesco giro d'affari illecito, sottratto al fisco. La legge da me proposta prevede poi il rispetto di stringenti norme sanitarie e un consistente inasprimento delle pene per lo sfruttamento.

Potrebbe interessarti

  • Capelli verdi dopo il bagno in piscina? Ecco le cause e i rimedi fai da te

  • La clinica San Francesco riconosciuta dalla regione Veneto come “struttura di riferimento per la chirurgia robotica ortopedica”

  • Mercato immobiliare sul Lago di Garda: Peschiera al primo posto

  • "Benvenuto": il nuovo vademecum su come affrontare i primi due anni del bebè

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 16 al 18 agosto 2019

  • Maestre diplomate ma non laureate, a Verona centinaia rischiano il posto

  • Due persone investite da due diversi treni sulla linea Verona - Brescia

  • Donna fermata mentre va al lavoro da un giovane che le mostra i genitali

  • Prima il boicottaggio, poi la manifestazione contro Polunin in Arena

  • Frontale tra auto sul lago: morta una persona e altre due rimaste ferite

Torna su
VeronaSera è in caricamento