Saluto fascista, chiesto il giudizio immediato per Andrea Bacciga

Dopo l'esposto presentato in procura ad agosto, le indagini si sarebbero chiuse con la richiesta di un processo contro il consigliere comunale di maggioranza

Le attiviste di Non Una di Meno a sinistra e Andrea Bacciga a destra

L'esposto in procura a Verona era stato presentato lo scorso 14 agosto dall'avvocata Federica Panizzo, la quale riteva perseguibile la condotta del consigliere comunale Andrea Bacciga per il saluto romano ostentato prima del consiglio comunale del 26 luglio. Da quell'esposto sono partite le indagini, durante le quali lo stesso Bacciga è stato interrogato. E secondo quanto riportato da Andrea Tornago sul Fatto Quotidiano, le indagini si sarebbero concluse con una richiesta di giudizio immediato per violazione della legge Scelba, in quanto, durante una riunione pubblica, Andrea Bacciga avrebbe compiuto una «manifestazione usuale del disciolto partito fascista».

Tornago riporta anche le argomentazioni usate dal consigliere comunale veronese durante l'interrogatorio. Per Bacciga, il suo non era un saluto romano, ma un cenno di saluto. E anche se si fosse trattato di un saluto fascista, questo non sarebbe da considerare un reato, secondo Andrea Bacciga. 

Potrebbe interessarti

  • Capelli verdi dopo il bagno in piscina? Ecco le cause e i rimedi fai da te

  • Mercato immobiliare sul Lago di Garda: Peschiera al primo posto

  • I 7 segreti per un'abbronzatura perfetta anche dopo le vacanze

  • Abito sottoveste: il capo must have che non passa mai di moda

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 16 al 18 agosto 2019

  • Una meteora solca i cieli di Verona: il video girato a Borgo Trento

  • Jeremy Wade pronto a svelare il mistero di "Bennie", il mostro del lago di Garda

  • Turismo a Verona, Tosi: «In calo. L'assessore Briani ammetta le sue colpe»

  • Maestre diplomate ma non laureate, a Verona centinaia rischiano il posto

  • Frontale tra auto sul lago: morta una persona e altre due rimaste ferite

Torna su
VeronaSera è in caricamento