Intralciavano il passaggio, rimosse 15 bici tra stazione e piazza Bra

Sono state tolte da rastrelliere, pali e recinzioni quei mezzi agganciati irregolarmente che intralciavano pedoni, passeggini e carrozzine e che ostacolavano la salita o la discesa dagli autobus

Mercoledì, 22 agosto, gli agenti della polizia municipale di Verona, con il supporto di Amia, hanno rimosso 15 biciclette da piazzale XXV Aprile, dal palazzo delle poste e da piazza Bra.

Sono state tolte da rastrelliere, pali e recinzioni quei mezzi agganciati irregolarmente che intralciavano il passaggio di pedoni, passeggini e carrozzine e che ostacolavano la salita o la discesa dagli autobus. In alcuni casi, la rimozione è stata necessaria per tutelare monumenti, edifici e piazze di valore storico-architettonico.

La regolamentazione della sosta selvaggia delle biciclette è necessaria per eliminare rottami e mezzi abbandonati che sono spesso agganciati alle rastrelliere e occupano posti inutilmente, creando degrado. Alcuni rottami sono stati smaltiti, mentre i mezzi integri sono stati portati in un deposito. I proprietari possono rientrare in possesso delle biciclette facendone richiesta all'ufficio denunce della polizia municipale, aperto nei giorni feriali, dalle 8 alle 12.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La città di Verona con le sue inestimabili meraviglie diventa protagonista in tv sulla Rai

  • A Verona la migliore escort dell'anno 2019: «Prima facevo l'aiuto cuoco»

  • Vince 75mila euro a L'Eredità e si taglia i capelli con Flavio Insinna

  • Possibili rischi per la salute, ritirato formaggio prodotto a Cerea

  • Donna morta annegata nella Bassa veronese: recuperato il cadavere

  • Omicidio a Verona: ammazza una 51enne e confessa due giorni dopo

Torna su
VeronaSera è in caricamento