La vita da trincea rievocata nella Giornata in Grigio Verde degli alpini

Dalle 10 alle 16 di domani, a pochi passi da Malga Lessinia, una trentina di rievocatori con divise d'epoca accompagneranno i visitatori all'interno del caposaldo di Malga Pidocchio, ad Erbezzo

Alpini e bambini su una trincea della Lessinia (Foto di repertorio)

Dalle 10 alle 16 di domani, 25 agosto, dopo il bivio del Pidocchio sopra ad Erbezzo, a pochi passi da Malga Lessinia, una trentina di rievocatori con divise d'epoca accompagneranno i visitatori all'interno del caposaldo di Malga Pidocchio e nel relativo sistema difensivo. È la «Giornata in Grigio Verde» ed è aperta a tutti gratuitamente.

Dal maggio del 1915 e per tutti gli anni della Grande Guerra, insieme alle due postazioni di artiglieria posizionate poco più in alto, a Castelberto, il caposaldo di Malga Pidocchio fu "casa" per oltre tremila soldati. In esso, trovava posto la terza linea difensiva con l'Ottavo reggimento Bersaglieri, il Genio Pionieri, il Reparto Alpini e tanta milizia militare locale: giovani soldati arruolati tra i contadini e i lavoratori del posto.
Le trincee di questo sito torneranno a vivere domani, grazie ai rievocatori e all'allestimento interno di alcune mostre dedicate con materiale originale, un posto di comando e un piccolo ospedale da campo.

«Si trattava del primo baluardo difensivo in caso di un attacco nemico da Passo Fittanze, opzione che però non si è mai verificata. Qui dunque non ci sono stati combattimenti e scontri sul campo. Era comunque un importante snodo della rete difensiva del comando Baldo-Lessinia del generale Cadore. I primi militari arrivarono qui nella prima metà del maggio del '15, prima dell'ufficiale entrata in guerra, e ci rimasero fino alla fine del conflitto», ha riassunto Simone Giardini, presidente del Gruppo Storico.

A spiegare, e fotografare attraverso una planimetria dall’alto, come era organizzata la trincea di Malga Pidocchio è ora una bacheca illustrativa che ne ritrae cunicoli, postazioni mitraglieri, postazioni sanitarie. Questo studio del tempo riassunto nella bacheca sarà inaugurato domani e rimarrà fisso. «Grazie ad iniziative come questa, prosegue la didattica e l'impegno di Ana Verona nel raccontare la storia, tanto meglio se sul posto: questo sito in Lessinia è come un libro a cielo aperto - ha spiegato il presidente di Ana Verona Luciano Bertagnoli, ringraziando gli alpini del gruppo di Erbezzo che nei giorni scorsi hanno tagliato l'erba e ripulito dalla vegetazione il luogo per renderlo meglio accessibile ai visitatori - L'obiettivo è anche far conoscere scorci bellissimi e suggestivi delle nostre montagne, spesso sottovalutate, a due passi dalla città».

La «Giornata in Grigio Verde» inizierà alle 10 con l'arrivo dei rievocatori in divisa: oltre agli alpini anche altre forze, alleate e non. Ci saranno infatti le uniformi d'epoca di carabinieri, bersaglieri e Kaiserschützen, i reparti austroungarici. Dopo l’'inaugurazione della bacheca, dalle 10.30 alle 13 e dalle 14.30 alle 16 sarà possibile comprendere la vita di trincea con visite guidate all'interno del caposaldo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La rievocazione è a cura di Associazione 4 novembre, Ricercatori Storici Schio, Gruppo Verona, Fronte Orientale, Gruppo Storico Trentino, 145° Compagnia, Brigata Alpini 7 Comuni, Gruppo Storico 6° Alpini e Brigata Verona.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo focolaio di Covid-19 nel Vicentino, al confine con Verona e Padova

  • Dramma in Transpolesana nella notte: un uomo trovato morto dopo malore alla guida

  • Come si è sviluppato il nuovo focolaio in Veneto che tocca da vicino anche Verona?

  • Dolore a Pressana e Cologna per la morte di Arianna Fin, madre di due bimbe

  • Zoppicando attira l'attenzione dei carabinieri, aveva 19 dosi di eroina negli slip

  • Spende 9 mila euro per un depuratore per la casa: «Non serve, l'acqua è già potabile»

Torna su
VeronaSera è in caricamento