Pompieri, un successo la petizione per chiedere l'assicurazione infortuni sul lavoro

Quasi centomila le firme raggiunte per la petizione lanciata dal capo squadra di Verona che chiede «una adeguata copertura assicurativa contro gli infortuni e malattie professionali»

Pompieri in azione - immagine d'archivio

Nata nel corso di una iniziativa organizzata dal movimento dei vigili del fuoco scaligeri "Verona Sicura, vigili del Fuoco sul territorio. Uniti si può", sta spopolando sul web la petizione con cui si chiede, per il personale che opera nel soccorso, «una adeguata copertura assicurativa contro gli infortuni e le malattie professionali».

«Raccolte 100mila firme di liberi cittadini, - spiega in una nota il capo squadra dei vigili del fuoco di Verona Luca Cipriani - i pompieri scaligeri intendono organizzare un incontro pubblico con i parlamentari veronesi di tutte le forze politiche. Ai parlamentari, che nei prossimi giorni riceveranno l’invito, verrà chiesto di intervenire per risolvere questa problematica, unitamente a quelle più volte rappresentate della carenza di organico e della partita stipendiale».

Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attenti solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il video della testimonianza di un vigile del fuoco

«Va evidenziato che lo Stato, - aggiunge ancora Cipriani - spende, per l’intero costo del lavoro del corpo nazionale dei vigili del fuoco, solo l’1,07% del totale della spesa del pubblico impiego. Troppo poco per garantire un servizio adeguato per tutti i cittadini. Anche per questo, - prosegue Cipriani - i pompieri da anni lamentano stipendi bassi, un sistema previdenziale inadeguato e l’assenza di coperture assicurative, oltre ad un problema di organici e mezzi».

È anche a fronte di tale situazione e numerose «promesse elettorali non mantenute», come evidenzia il capo squadra Cipriani, che si è giunti alla firma di questa petizione che ha unito pompieri e comuni cittadini solidali alle loro necessità e grati per il lavoro che quotidianamente svolgono, spesso in condizoni tutt'altro che semplici. La richiesta, ribadisce ancora una volta Cipriani, è «semplicemente il riconoscimento della nostra professionalità, unitamente ad un organico adeguato per assicurare un puntuale soccorso ai cittadini veronesi».

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Finisce fuori strada con la Ferrari, ipotesi malore: muore imprenditore in Transpolesana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 14 al 16 febbraio 2020

  • Rubavano dalla cassa del negozio per cui lavoravano: commesse in manette

  • Preleva 1.500 euro con un bancomat rubato, scoperto e denunciato

  • Tre persone portate in ospedale dopo un scontro frontale tra due auto

  • Finalmente insieme a Verona i vincitori del concorso di San Valentino

Torna su
VeronaSera è in caricamento