Problema odori da Italpollina: AGS chiede un incontro ai politici veronesi

Lo stabilimento con sede a Rivoli Veronese, che produce fertilizzanti organici, è stato al centro di proteste per gli odori sgradevoli che vengono immessi nell'aria: «Da anni i cittadini del nostro territorio lamentano una situazione insostenibile»

La manifestazione che si è tenuta a maggio 2018

Azienda Gardesana Servizi assume la regia per spingere Italpollina Spa, lo stabilimento con sede a Rivoli Veronese che produce fertilizzanti organici, ad abbattere le emissioni odorigene prodotte.

Per questo ha convocato nella propria sede una riunione, il pomeriggio di lunedì prossimo, 25 febbraio, con tutti i parlamentari e i senatori veronesi per un confronto con i sindaci del territorio interessati dal problema. All’incontro parteciperanno, oltre al presidente di AGS Angelo Cresco, Armando Luchesa sindaco di Rivoli, Roberto Bonometti sindaco di Affi, Stefano Passarini sindaco di Costermano, Paola Arduini sindaco di Caprino Veronese, Davide Bendinelli sindaco di Garda e Ivan De Beni sindaco di Bardolino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Da anni – spiega il presidente Cresco – i cittadini del nostro territorio lamentano una situazione insostenibile di inquinamento atmosferico e ambientale. Da anni lottano contro le puzze che l’impianto emana e dopo confronti con l’azienda che non hanno portato a nessun risultato è giunto il momento che la situazione venga presa in mano a tutti i livelli. Per questo abbiamo coinvolto i parlamentari veronesi con l’obiettivo di concordare una strategia che costringa l’azienda a porre fine ad una situazione insostenibile a tutti livelli, ambientale, sociale, turistico ed economico».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma familiare a Bardolino: «Vado al porto per farla finita», il biglietto trovato dal figlio 

  • Sotto le vigne della Valpolicella a Negrar emerge un vero tesoro archeologico

  • Tragico incidente tra scooter e autocarro: morta una donna di 43 anni

  • Indagine nazionale di sieroprevalenza al coronavirus: ecco i Comuni veronesi coinvolti

  • In vigore la nuova ordinanza di Zaia e per la prima volta si parla di sagre e discoteche

  • Via libera a circoli culturali, baite alpini e parchi divertimento: ma quando riapre Gardaland?

Torna su
VeronaSera è in caricamento