Piscine Lido. L'obiettivo è aprire il parco acquatico per l'estate 2020

Il progetto preliminare per il rifacimento completo del centro natatorio prevede una riqualificazione complessiva dell’area, con 6 mila metri quadri di verde e due nuove piscine attrezzate per lo sport e il divertimento

La presentazione del progetto

Verona avrà il suo parco acquatico. Il progetto preliminare per il rifacimento completo del centro natatorio Lido prevede non una semplice “ristrutturazione” dell’impianto di viale Galliano, ma una riqualificazione complessiva dell’area, con 6 mila metri quadri di verde e due nuove piscine attrezzate per lo sport e il divertimento. A breve sarà indetta la gara per la progettazione definitiva ed esecutiva, alla quale seguirà l’affidamento dei lavori e l’avvio dell’intervento, del valore di 2 milioni e 950 mila euro.

«A fine maggio dello scorso anno, a poche settimane dall’avvio della stagione estiva – ha ricordato l’assessore all’Edilizia sportiva Filippo Rando – la società che gestiva l’impianto annunciò di voler rinunciare al centro e ci riconsegnò le chiavi. Trovammo una situazione a dir poco disastrosa, tutto l’impianto era in uno stato di abbandono e forte degrado. Tanto che, nonostante la volontà dell’amministrazione, non fu possibile riaprire nemmeno una vasca per l’estate. Ecco perché, dopo aver studiato tutte le possibilità di riqualificazione, abbiamo deciso che era inutile sprecare tempo e risorse per un intervento parziale. I cittadini dovranno pazientare ancora un po’ ma nell’arco di un paio d’anni avranno un parco acquatico nuovo e dotato di tutti i comfort».

Il progetto per il nuovo centro natatorio prevede due nuove piscine, una con scivoli per i bambini, per una profondità massima di 1 metro e 10, l’altra dedicata al nuoto e al relax, con idromassaggio. Le due vasche, di circa mille metri quadri l’una, saranno circondate da un parco di 6 mila metri quadri, il prato coprirà tutte le aree che ad oggi sono cementate e gli alberi garantiranno il riparo durante il caldo estivo. Anche il campetto da calcio sarà rifatto e una tettoia lo riparerà dal sole. Inoltre, saranno completamente riqualificati gli spogliatoi, il bar e l’area parcheggio.

Nuovi anche tutti gli impianti idraulici, che saranno separati da quelli dell’attuale centro federale, garantendo al parco acquatico piena autonomia. Saranno eliminate le barriere architettoniche e ritornerà in funzione l’ascensore per l’ingresso disabili e l’accesso diretto agli spogliatoi.

Il crono programma prevede, dopo la gara, l’affidamento dei lavori. L’obiettivo è riaprire per l’estate 2020, per poi concludere i lavori entro la primavera del 2021. Gli ultimi lavori di riqualificazione delle piscine Lido risalgono agli anni 1996-1997, più di 20 anni fa.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Tamponamenti a catena sulla A22: una vittima, mentre 35 sono i feriti

  • Cronaca

    Usa il termine "finocchio" con un dirigente, Gian Luca Rana condannato

  • Attualità

    L'allerta per i Pm10 non cala e il blocco diesel Euro 4 resta attivo

  • Cronaca

    Bussolengo, truffa anziana e le porta via 10mila euro in oro. Arrestato

I più letti della settimana

  • Tamponamenti a catena sulla A22: una vittima, mentre 35 sono i feriti

  • "Adrian", spettacolo sospeso e polemiche. Casali: «Un fallimento, restituite il Camploy»

  • Amadou Càmara, storia di una morte indifferente nella città dell'amore

  • Il bidet si rompe e lo ferisce: trovato morto dissanguato nella sua casa

  • Storie di ordinaria follia: ordina su Internet un costume da bagno e riceve lingotti d'oro

  • Si è spento Giulio Brogi, attore veronese di cinema, teatro e televisione

Torna su
VeronaSera è in caricamento