Ospedale di Malcesine, pazienti lodano personale: «Professionale e gentile»

Ai ringraziamenti dei degenti si sono aggiunti quelli del direttore dell'Ulss Pietro Girardi, il quale si è incontrato con gli amministratori locali per dare continuità ai servizi offerti dalla struttura

Ospedale di Malcesine (Foto di repertorio)

«Rispetto per la persona, impegno, professionalità, gentilezza e puntualità». È l'apprezzamento espresso nei confronti del personale medico, sanitario e paramedico dell'ospedale di Malcesine da un gruppo di quattordici degenti poliomelitici del reparto di medicina fisica e riabilitazione. «Desideriamo manifestare un sentito ringraziamento - scrivono ancora i pazienti - per il trattamento ricevuto quest'anno e negli anni precedenti». Un'attenzione riscontrata a partire dalle massime disponibilità e capacità dei fisioterapisti, dalla pulizia e dall'ordine della struttura, fino alla qualità del cibo, con il riguardo particolare per le persone che devono seguire diete particolari.

Questa "recensione" offerta dai degenti di Malcesine non poteva che riempire di gioia il direttore generale dell'Ulss 9 Scaligera Pietro Girardi, il quale ha voluto aggiungere il suo personale ringraziamento al personale dell'ospedale, vista la qualità del servizio che garantiscono. E proprio per garantire, dare continuità e valorizzare al meglio la qualità dei servizi socio-sanitari, Girardi ha incontrato il vicesindaco di Malcesine Livio Concini e i sindaci di Brenzone Davide Benedetti e di Torri del Benaco Stefano Nicotra. Un incontro positivo e costruttivo durante il quale si è fatto il punto della situazione ed è stata confermata la volontà dell'Ulss 9 di mantenere la struttura di Malcesine come strategica nella programmazione dei servizi sanitari e socio sanitari aziendali, in linea con la programmazione regionale.

Vari gli argomenti affrontati dal direttore Girardi e dagli amministratori locali. In particolare, l'utilità di creare possibili benefit, legittimi e compatibili con le norme vigenti, a favore degli operatori chiamati a lavorare presso l'ospedale della Val di Sogno. Come noto, infatti, una grande criticità della zona è rappresentata dalla difficoltà nel reclutamento di personale sanitario, legata sia al tema di motivare il personale ad accettare la destinazione di Malcesine sia al tema della carenza di medici, infermieri, personale riabilitativo e oss. A tal riguardo, il direttore generale ha rimarcato anche l'impegno profuso dall'Ulss 9 Scaligera per ottenere dalla limitrofa azienda sanitaria del Trentino la possibilità di reperire dalle loro graduatorie personale sanitario per la struttura ospedaliera di Malcesine ed ha evidenziato che appena espletati i concorsi da parte dell’Azienda Zero sarà data massima attenzione all'assegnazione di personale per le necessità del nosocomio di Malcesine.
Si è poi condiviso l'impegno di attivare specifiche convenzioni per medici del servizio trasfusionale per dare così adeguate risposte ai donatori di sangue della zona e garantire qualità nei servizi di emergenza.
Infine, si è tracciata la linea operativa per garantire in tempi stretti il servizio di ospedale di comunità per il comprensorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va allo Spi per un controllo: 70enne scopre che l'inps gli deve quasi 37 mila euro

  • Auto con tre giovani a bordo finisce fuori strada e contro un albero: tutti morti sul colpo

  • Due nuove destinazioni dall'aeroporto Catullo di Verona per chi vola con easyJet

  • Protagonista del servizio di "Striscia la Notizia", aggredito e derubato in città

  • Illasi, non digerisce un commento negativo della suocera e l'accoltella

  • Non ce l'ha fatta il 41enne coinvolto in uno scontro frontale a Isola della Scala

Torna su
VeronaSera è in caricamento