Ospedale Malcesine, il Dg dell'Ulss 9 incontra minoranze: «Su questi servizi non si scherza»

Al centro i temi legati all’Ospedale di Val di Sogno, tra cui la difficoltà a reperire personale

ospedale di Malcesine - immagine d'archivio

Il Direttore generale dell’Azienda Ulss 9 Scaligera, dott. Pietro Girardi, ha incontrato, come da loro richiesta, i rappresentanti dei gruppi di minoranza di Malcesine per discutere sui temi legati all’Ospedale di Val di Sogno. Un incontro nel corso del quale gli esponenti politici hanno consegnato le firme raccolte, precisando che non si tratta di un’iniziativa contro l’Azienda, bensì volta a sensibilizzare le istituzioni.

Da parte sua, secondo una nota della ULSS 9 Scaligera, il Direttore generale ha ribadito le criticità che interessano l’area, a partire dalla difficoltà nel reclutamento di personale sanitario. Nel ricordare che anche negli ultimi tempi si è attivato con l’Azienda Zero per le dovute procedure concorsuali per il reclutamento del personale necessario, oltre all’auspicio di ottenere un numero adeguato di candidati idonei da tali graduatorie per far fronte al fabbisogno di personale, Girardi ha evidenziato che uno dei problemi che creano criticità è anche la mancata accettazione della destinazione da parte dei candidati idonei. Per questo, oltre al percorso con l’Azienda Zero, il Dg ha rimarcato l’impegno profuso dall’Ulss 9 Scaligera per ottenere dalla limitrofa Azienda Sanitaria del Trentino la possibilità di reperire dalle loro graduatorie personale sanitario per la struttura ospedaliera di Malcesine, cosa auspicata e sollecitata anche dalle amministrazioni comunali del territorio.

In merito al servizio di emergenza, il dott. Girardi ha precisato che si tratta di un tema importante e molto caro all’Ulss e alla Regione, così come alle amministrazioni locali e ai cittadini: «Su questi servizi non si scherza, perché la sicurezza di cittadini e turisti è sempre al primo posto. Bisogna garantire il rispetto delle normative che riguardano gli organici e la garanzia dei turni di riposo del personale, per permettere che gli operatori possano svolgere al meglio il servizio per gli utenti».

Durante l’incontro è stata inoltre condivisa dai presenti la proposta di coinvolgere tutti gli amministratori dei tre Comuni del comprensorio - Brenzone, Torri del Benaco e Malcesine - e di organizzare a breve un tavolo congiunto insieme ad associazioni, volontari e Medici di Medicina generale, per definire un cammino comune nello spirito di dare un futuro di qualità certo all’Ospedale di Malcesine. I rappresentanti delle minoranze hanno annunciato l’intenzione di scrivere un ulteriore appello alla vicina amministrazione del Trentino, per sollecitare una risposta alla richiesta dell’Ulss 9 Scaligera di mettere a disposizione le loro graduatorie, per verificare la presenza di personale disponibile.

«Ho incontrato con molto piacere i rappresentanti delle minoranze, - ha concluso Girardi - così come i sindaci a inizio mese. È importante continuare con questo spirito costruttivo. Dividersi e farsi la guerra significa non dare risposte ai cittadini. Quando si parla di salute non esistono maggioranza e minoranza, perché è un tema che riguarda tutti. E le soluzioni si trovano solamente facendo fronte comune. Mi rivolgo anche ai nostri dipendenti e collaboratori, ai quali va il mio personale ringraziamento per il loro lavoro e impegno: bisogna fare squadra, pensando al bene dei cittadini».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente e incendio, un camion va a fuoco: traffico in tilt sulla tangenziale sud

  • Cambia la viabilità di Verona per il Venerdì Gnocolar: ecco i provvedimenti

  • Tre persone portate in ospedale dopo un scontro frontale tra due auto

  • Verona e le sue bellezze storiche e culturali approdano in tv sulla Rai

  • Una persona travolta da un treno a Verona: sospeso il traffico ferroviario

  • Aveva un tumore al collo, neonata operata durante il parto a Verona

Torna su
VeronaSera è in caricamento