Oltre a Verona, anche a Salerno e Genova il piccolo Elia è stato ricordato

La tragedia dell'undicenne di Lavagno deceduto all'improvviso a causa di un virus ha toccato i cuori di tanti appassionati di calcio non solo scaligeri

Lo striscione per Elia dei tifosi dell'Hellas Verona (Foto Facebook)

Striscioni, cori, minuti di silenzio, lutti al braccio. Negli stadi di Salerno, di Genova, di Verona e nei campetti da calcio della provincia scaligera. «Tragedie così non hanno colore», hanno scritto i tifosi della Salernitana, non certo amici dei tifosi dell'Hellas Verona; ma la notizia della morte di Elia Rizzotti ha toccato anche i loro cuori, come ha toccato i cuori dei tanti appassionati di calcio che lo scorso fine settimana hanno voluto dimostrare il dolore per l'improvvisa scomparsa dell'undicenne di Lavagno, deceduto a causa di un virus.

Elia Rizzotti amava il calcio, giocava nel Colognola e non aveva mai saltato un allenamento. Tifava per l'Hellas e sabato, 9 febbraio, al suo funerale sulla sua bara è stata posata la maglia del suo idolo, Giampaolo Pazzini, firmata dai giocatori gialloblu. E anche un gruppo di tifosi dell'Hellas ha intonato un coro per Elia. Inoltre, ieri, durante la partita con il Crotone, è stato riservato un minuto di silenzio per il piccolo prematuramente scomparso e gli è stato dedicato anche uno striscione.

Ma un ricordo ad Elia è stato dedicato anche dai tifosi della Sampdoria, durante la partita con il Frosinone, e da quelli della Salernitana, oltre che sui campi da calcio della provincia di Verona.

Potrebbe interessarti

  • Autostima: cos'è e come ci si lavora

  • Avis Regionale Veneto e Confservizi Veneto: siglata una importante collaborazione

  • Riso: proprietà e ricette salutari

  • Le colline del prosecco nominate Patrimonio dell'Umanità

I più letti della settimana

  • Trattore si ribalta e non gli lascia scampo: morto un agricoltore

  • A una settimana dallo scontro con uno scooter, si è spento Alvise Trincanato

  • Cosa fare a Verona e in provincia nel weekend del 13 e 14 luglio

  • Cadavere trovato nel canale "Menaghetto": la donna è stata identificata

  • Acqua negata a due ciclisti e il caso spopola sui social e sulla stampa

  • Aggressione con arma bianca a Verona: una persona in codice rosso

Torna su
VeronaSera è in caricamento