Olimpiadi invernali di Milano-Cortina 2026, anche il governo ha detto sì

Il presidente del Veneto Luca Zaia: «Adesso per Milano-Cortina ci siamo proprio tutti e vale il motto uno per tutti, tutti per uno»

Il logo delle Olimpiadi di Milano-Cortina

Da ieri sera, 10 gennaio, ci sono anche le garanzie del governo per le Olimpiadi invernali del 2026 che, ora si dire, tutta Italia vuole ospitare a Milano e Cortina. Nella riunione del consiglio dei ministri è stata firmata la lettera di candidatura e da oggi la proposta lombardo-veneta è a disposizione del presidente del Cio (Comitato olimpico internazionale) Thomas Bach.
Quella italiana non è l'unica candidatura e solo alla fine di giugno si saprà se avrà avuto la meglio sulle altre.

Il presidente della Regione Veneto Luca Zaia ha ringraziato il governo «che ci affianca ufficialmente in questa corsa tanto complessa quanto entusiasmante».

Ora vale il motto uno per tutti, tutti per uno - ha concluso Zaia - Adesso per Milano-Cortina ci siamo proprio tutti: istituzioni, Coni, mondo dello sport, dell'economia, delle imprese ma, soprattutto la gente comune, che ha fatto capire che qui le Olimpiadi le amano e le vogliono tutti.

Potrebbe interessarti

  • Capelli verdi dopo il bagno in piscina? Ecco le cause e i rimedi fai da te

  • I 7 segreti per un'abbronzatura perfetta anche dopo le vacanze

  • Abito sottoveste: il capo must have che non passa mai di moda

  • "Benvenuto": il nuovo vademecum su come affrontare i primi due anni del bebè

I più letti della settimana

  • Una meteora solca i cieli di Verona: il video girato a Borgo Trento

  • Jeremy Wade pronto a svelare il mistero di "Bennie", il mostro del lago di Garda

  • Turismo a Verona, Tosi: «In calo. L'assessore Briani ammetta le sue colpe»

  • Maestre diplomate ma non laureate, a Verona centinaia rischiano il posto

  • Frontale tra auto sul lago: morta una persona e altre due rimaste ferite

  • Donna fermata mentre va al lavoro da un giovane che le mostra i genitali

Torna su
VeronaSera è in caricamento