Un nuovo magistrato per il Tribunale ed uno per la Procura di Verona

Grazie alla rideterminazione delle piante organiche, in Veneto arriveranno 23 magistrati in più, due dei quali a Verona. La deputata veronese 5 Stelle Businarolo: «Misura doverosa che aiuterà ad affrontare l'alta mole di lavoro»

Foto di repertorio

Le piante organiche dei palazzi della giustizia in Veneto si arricchiranno di 23 nuovi magistrati. Lo rileva l'onorevole veronese Francesca Businarolo del Movimento 5 Stelle, membro della commissione giustizia. Sono questi gli effetti della rideterminazione delle piante organiche, contenuto nella relazione tecnica del ministro Alfonso Bonafede, in attesa di approvazione dal Csm.

Si parla di 402 nuovi assegnamenti in Italia, di cui 23 in Veneto. «Dieci nuovi magistrati andranno alla Corte d'appello, due alla Procura generale, uno alla Procura per i minorenni e un altro al Tribunale per i minori», ha dichiarato Businarolo. A questi si aggiungono i magistrati in più per i Tribunali di Verona, Vicenza, Padova, Venezia e Treviso e quelli che si aggiungeranno alle Procure di Treviso, Venezia, Verona e Vicenza.

«Una misura doverosa - conclude la deputata veronese - che aiuterà ogni procura e tribunale ad affrontare l'alta mole di lavoro. Questa risposta, da parte del governo, è un primo passo per venire incontro alle necessità delle corti».

La notizia segue l'annuncio che entro gennaio sarà definita la riorganizzazione del tribunale di Rovigo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Artigiano muore folgorato in strada mentre lavora: inutili i soccorsi del 118

  • Arriva il maltempo in Veneto, pioggia e neve: "Stato di attenzione" della protezione civile

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 17 al 19 gennaio 2020

  • Trovano un vero arsenale nella sua casa: 42enne finisce in manette

  • Operaio morto sul lavoro a Legnago, assolto rappresentante dell'azienda

  • Tocca con la motosega i cavi dell'alta tensione: non c'è stato scampo per il 46enne

Torna su
VeronaSera è in caricamento