Medici di Pronto Soccorso: 8 specialisti per 90 posti vuoti in Veneto

Sono delle «mosche bianche», anche se Azienda Zero reitera il concorso per coprire le richieste avanzate dalle Ulss. Nel Veronese assegnati uno specializzato e sei specializzandi

(Foto di repertorio)

Continua la caccia ai camici bianchi che restano introvabili nonostante gli sforzi fatti da Azienda Zero.

I medici di Pronto Soccorso rimangono «mosche bianche» anche se Azienda Zero reitera il concorso per coprire le richieste avanzate dalle Ulss. Il problema non cambia: rispetto ai 90 posti richiesti dai direttori generali, sono giunte 55 domande, di queste 26 riferite a medici che frequentano l'ultimo anno di specialità (medici non specializzati e che pertanto non possono essere assunti stante l'attuale normativa nazionale), 10 di medici che non possiedono i requisiti per svolgere l'attività nei Pronto Soccorso ed i restanti 19 medici specializzati. Alle prove si sono presentati in 33 candidati (rispetto ai 45 ammessi a partecipare alle prove) e le graduatorie finali si sono concluse con 8 medici specialisti.
La deliberazione che approva le graduatorie finali per conto delle Ulss venete è stata firmata e all'Ulss 9 (che aveva richiesto 10 medici) è stato collocato uno specializzando, mentre l'Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona aveva richiesto 4 medici e in graduatoria si sono collocati uno specializzato e cinque specializzandi. Dunque l'Azienda di Verona vedrebbe soddisfatte le proprie richieste, fermo restando che gli specializzandi potranno prendere servizio in relazione alla conclusione del loro percorso formativo.

Si sono svolte, inoltre, le prove del concorso per medici di Chirurgia Toracica, alle quali erano presenti cinque candidati su sei domande pervenute.

E tra le delibere di approvazione delle graduatorie firmate vi è anche la delibera di chiusura del concorsone per operatori socio-sanitari. Il concorso si è concluso con undici graduatorie, che hanno validità per tre anni, con complessivi 4.239 idonei rispetto ai 312 posti richiesti dai direttori generali.

Potrebbe interessarti

  • Capelli verdi dopo il bagno in piscina? Ecco le cause e i rimedi fai da te

  • Mercato immobiliare sul Lago di Garda: Peschiera al primo posto

  • "Benvenuto": il nuovo vademecum su come affrontare i primi due anni del bebè

  • Tatuaggi intelligenti: una nuova tecnologia per monitorare la salute

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 16 al 18 agosto 2019

  • Turismo a Verona, Tosi: «In calo. L'assessore Briani ammetta le sue colpe»

  • Una meteora solca i cieli di Verona: il video girato a Borgo Trento

  • Maestre diplomate ma non laureate, a Verona centinaia rischiano il posto

  • Donna fermata mentre va al lavoro da un giovane che le mostra i genitali

  • Frontale tra auto sul lago: morta una persona e altre due rimaste ferite

Torna su
VeronaSera è in caricamento