Non Una di Meno, in migliaia partecipano al corteo organizzato a Verona

Il ritrovo è stato in piazzale XXV Aprile, poi il fiume di manifestanti si è diretto verso piazza Bra ed ha raggiunto piazza Santa Toscana. Una risposta anche alla cosiddetta mozione anti-aborto approvata dal consiglio comunale di Verona

Il corteo di manifestanti a Verona (fermo immagine video Facebook)

In migliaia hanno partecipato oggi, 13 ottobre, a Verona alla prima manifestazione organizzata dall'associazione femminista Non Una di Meno da quando è stato proclamato lo stato di agitazione permanente, un'agitazione che produrra altre proteste in tutta Italia fino all'8 marzo, giorno in cui si terrà lo sciopero delle donne.

Il ritrovo è stato alle 15 in piazzale XXV Aprile, poi il corteo è partito verso piazza Bra ed ha raggiunto piazza Santa Toscana. Questa prima manifestazione si è tenuta proprio a Verona in risposta all'approvazione della cosiddetta mozione anti-aborto da parte del consiglio comunale di Verona del 4 ottobre. Ma la protesta non è stata solo locale. Il corteo di oggi ha voluto anche lanciare una lunga stagione di lotta in difesa dei diritti delle donne, una lotta che si connetterà anche con quella in difesa dei diritti del mondo lgbt e dei migranti presenti in Italia.

Tante le adesione a questa manifestazione, tra cui quella di Possibile, il partito fondato da Giuseppe Civati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La mobilitazione lanciata a Verona è solo l'inizio di una lunga stagione di difesa dei diritti - ha detto Civati - L'attacco delle destre sull'aborto troverà la maggioranza degli italiani pronti a rispondere: da parte nostra non ci sarà nessun arretramento. Anzi dovrà essere il laboratorio dell'oscurantismo degli amici del ministro Fontana a fare dei passi indietro e avviare politiche per il pieno rispetto della 194.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma familiare a Bardolino: «Vado al porto per farla finita», il biglietto trovato dal figlio 

  • Provincia baciata dalla fortuna al SuperEnalotto: vinti oltre 40 mila euro

  • «Alleanza contro Covid-19», i primi frutti delle ricerche fatte a Verona

  • Cardiologia di Verona verso il futuro: impiantato il primo pacemaker invisibile

  • La «protesta silente» che rischia di passare sotto silenzio andata in scena anche a Verona

  • Covid-19: un tampone positivo e un decesso nel Veronese, ma i dati restano positivi

Torna su
VeronaSera è in caricamento