Maltempo, Governo vicino al Veneto e tanti volontari dalle altre regioni

La sottosegretaria all'ambiente Vannia Gava nei prossimi giorni sarà nel bellunese, intanto sono giunti volontari da Lombardia, Emilia Romagna, Piemonte e Marche e altri arriveranno da Toscana, Trento e Bolzano

Gli alberi abbattuti dal maltempo dei giorni scorsi

Continua in maniera incessante il lavoro nelle località bellunesi colpite dal maltempo dei giorni scorsi. Un grossissimo contributo sta arrivando anche dalle squadre di volontari. «In questo momento abbiamo in campo centinaia di squadre e oltre tremila volontari con specialità di taglio alberi, lavori in quota e movimento terra - ha detto l'assessore regionale alla protezione civile Gianpaolo Bottacin - e nei prossimi giorni ne arriveranno altre ancora». Il numero maggiore proviene ovviamente dal Veneto, ma molti volontari arrivano anche da Lombardia, Emilia Romagna, Piemonte e Marche.

La Regione Veneto ha messo a disposizione due macchine operatrici con sollevatori telescopici e, tramite i consorzi di bonifica, sette autocarri con gru e con ragno e cinque escavatori forniti di pinza per taglio alberi. Ulteriori diece squadre sono in arrivo nei prossimi giorni, mentre oggi, 3 novembre, è previsto l'arrivo delle colonne mobili regionali della Toscana e delle province autonome di Trento e di Bolzano con macchine operatrici, mezzi pesanti e squadre per taglio alberi. Messe a disposizione anche delle autobotti per acqua potabile che hanno ridotto a poco più di un migliaio le utenze ancora prive di acqua potabile.

E non solo vicinanza dalle altre regioni. «Il governo è costantemente aggiornato sulla situazione». A dirlo è l'assessore Bottacin, il quale ha sentito la sottosegretaria all'ambiente Vannia Gava, la quale nei prossimi giorni visiterà il bellunese per una quantificazione dei danni e per programmare le risposte più adeguate.

Infine, in tutto il Triveneto, continua l'impegno della task force di oltre 1.500 risorse dispiegate da E-Distribuzione, la società del gruppo Enel che gestisce le reti elettriche di media e bassa tensione. Le attività di riparazione proseguono senza sosta. In meno di una settimana sono state già rialimentate complessivamente 250.000 utenze in Veneto e Friuli Venezia Giulia. Alle 18 di ieri, 2 novembre, rimanevano circa 9.600 i clienti senza energia elettrica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va allo Spi per un controllo: 70enne scopre che l'inps gli deve quasi 37 mila euro

  • Protagonista del servizio di "Striscia la Notizia", aggredito e derubato in città

  • Illasi, non digerisce un commento negativo della suocera e l'accoltella

  • Boato nella notte a Verona: bancomat assaltato e ladri in fuga col denaro

  • Scomparso da Sant'Ambrogio di Valpolicella, 18enne ritrovato a Portici

  • Controlli notturni dei carabinieri di Legnago e San Bonifacio per contrastare i furti in casa

Torna su
VeronaSera è in caricamento